domenica, Aprile 18, 2021

B&B Nonna Carmela, una casa per gli ospiti

Il B&B Nonna Carmela si trova tra i vicoletti dell’antico Casale San Pietro nel cuore del centro storico di Vitulano, sui monti dell’Appennino campano, nel Sannio beneventano. Una piccola corte annuncia la casetta e una volta aperta la porta di ingresso ci si trova al cospetto di una dimora con mobili e oggetti che raccontano la storia della famiglia che nel corso delle varie generazioni l’ha abitata e vissuta.

Nel cuore di Vitulano tra comfort e memoria

Nonna Carmela

Come dice il nome, infatti, Carmela era la nonna del professor Nicola Matarazzo che ha voluto renderle omaggio ristrutturando con gusto e garbo questi ambienti, dotandoli di tutti i confort per far assaporare agli ospiti l’intimità di un luogo antico e accogliente che profuma di famiglia.

La posizione la rende ideale per chi vuole dedicare la propria permanenza al relax e alla tranquillità di un paese piccolo ma ricco di arte e storia come Vitulano.
La struttura, composta da più stanze ampie e luminose, fa sentire subito come a casa ed è un luogo perfetto per staccare la spina e ricaricare le energie.

Nonna Carmela

Ogni angolo del Bed and Breakfast Nonna Carmela ha il suo fascino: dalla parete vestita con colorati vassoi di latta di tutte le forme al tavolino ricavato con la base in ferro della macchina da cucire Singer sul quale è posato un vecchio telefono, dalle credenze sulle quali sono poggiate ceramiche locali e flaconi da farmacia di una volta alle poltroncine sulle quali sono adagiati preziosi pezzi ricamati di antichi corredi.

Molto è stato recuperato, dai pavimenti agli infissi in legno, dai vecchi chiavistelli agli stipi e anche nella cucina in mattonelle tutto è come una volta.
A disposizione di chi soggiorna in questa “casa per gli ospiti” romantica e nostalgica, in un territorio tutto da scoprire, gustare, amare, ci sono anche la cucina moderna incassata in una profonda nicchia nel muro, una confortevole e luminosa camera da letto e due bagni, con tutti i comfort, inseriti tra mobili e suppellettili testimonianze dei tempi più antichi.

Nonna Carmela

Nicola, professore di educazione fisica in pensione e coach dall’animo poetico, ama regalare nuova vita a vecchi mobili e oggetti, con un grande rispetto per l’autenticità del luogo. E come ci confessa, ogni cosa qui racconta una storia. Cambiare funzione agli oggetti, recuperare, riciclare, rinnovare è la sua filosofia di vita.

Nonna Carmela

Che non è molto lontana da ciò che il professor Matarazzo fa nei confronti del suo territorio rispettandolo, preservandolo e facendolo scoprire a piedi e a cavallo con passeggiate sui sentieri del Parco Regionale Taburno Camposauro tra altissimi agrifogli, che qui non sono arbusti ma veri e propri alberi, e affacci sulle valli.

Il Taburno è conosciuto come il “Sinai della Campania” per la presenza di alcuni eremi e chiese rupestri che sfruttano le grotte naturali sia sul versante che guarda alla Valle Telesina solcata dal fiume Calore, che a sud verso la Valle Caudina, che lo separa dai monti del Partenio ed è percorsa dalla Via Appia.
Oggi è un paradiso per chi vuole godersi la natura al cento per cento. E dopo, per riposare fuori dalla pazza folla, nel silenzio di un borgo che sembra fermo nel tempo, niente di meglio del B&B Nonna Carmela tra lenzuola ricamate e atmosfere d’altri tempi.

B&B Nonna Carmela
Viale San Pietro – Vitulano (BN)
Info: +39 0824 1748223 – 339 7204416
info@nonnacarmela.euwww.nonnacarmela.eu

Scopri Bibibau con noi

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

Scopri Bibibau con noi

SEGUICI SU

5,423FansLike
10,747FollowersFollow
317FollowersFollow
1,023FollowersFollow
3,696FollowersFollow
39SubscribersSubscribe

PROVATE DA NOI

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

  1. Guardando quel letto bianco mi viene in mente come oggi ci si affanni tanto con riempimenti stampati, mentre basta appunto recuperare quello che ci è stato tramandato per ottenere un effetto di autenticità e armonia. E basta la pienezza di quei vassoi per adornare la parete (fra l’altro all’ostello di Trieste hanno fatto una cosa simile con cassette di frutta dipinte con soggetti marini).

  2. Quella deliziosa parete con i vassoi in latta mi ha subito conquistato e quel letto candido mi ricorda piacevoli sonni ristoratori dopo le lunghe camminate tra borghi e boschi del Sannio ❤️

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here