Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

0
87
recycle

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio poco impegnativo che completi il look e lo renda particolare per le occasioni più speciali. L’ideale sarebbe che fosse duttile e leggero, da riporre velocemente in un sacchetto magari poco prima dei controlli all’aeroporto… E’ il perfetto identikit delle creazioni Recycle di Benedetto Potenza che con molta creatività e fantasia trasforma materiali insoliti in gioielli unici. Appunto leggeri, non impegnativi, da portare in ogni occasione tanto da diventare inseparabili compagni di viaggio se non proprio dei talismani irrinunciabili!

La sua collezione si chiama Recycle e proprio il riciclo è lo stimolo per realizzare qualcosa di artigianale e bello: dal PET realizza piccoli pendant che sembrano strane creature marine che vanno a esaltare décolleté e semplici T-shirt. Benedetto crea bracciali, collane e orecchini con catenelle dorate e argentate arricchite da boules interamente realizzate in cartapesta, materiale leggerissimo e malleabile, capace di assumere sfumature e forme sempre nuove. L’idea è nata quando dopo un periodo di studi e di lavoro tra Bologna, Barcellona, Londra e Dublino, è tornato nel suo Salento lavorando prima come export manager presso diverse aziende locali e poi tornando al mondo dell’occhialeria per del quale si era occupato a Bologna. Nasce così, nell’aprile del 2015, la LUBEAL acronimo di Ludovica Benedetto ed Alessandra (i nomi della figlia, suo e della moglie) una piccola azienda artigianale per la produzione di accessori per occhiali come catenelle e collane portaocchiali con il marchio Recycle. La novità consiste nel fatto che ogni catenella per occhiali può essere abbinata a un paio di orecchini, a una collana o a un bracciale creando così un look unico e uniforme con toni fashion e tradizionali al tempo stesso.

Tutti i prodotti Recycle sono realizzati esclusivamente a mano nel Salento utilizzando materiali locali quali il legno d’ulivo, la pietra leccese e la cartapesta, mentre le catenelle sono prodotte in alluminio e acciaio inox duro, oltre alla juta per le realizzazioni estive e alla pura lana vergine per quelle invernali. Ogni lavorazione è interamente fatta a mano e prende forma in una jewellerie esclusiva in cui le imperfezioni si tramutano in bellezza, in particolarità, tanto che ogni articolo è diverso dall’altro. E ogni linea ha una sua storia da raccontare con un packaging appropriato che adotta materiali riciclati come cartone e sisal utilizzato come cuscinetto su cui appoggiare i monili nella loro confezione e lo spago da imballo per legare i talloncini di cui ogni singolo pezzo è dotato.

Tante le proposte, allegre, leggere e adatte a ogni tipo di donna: perché non pensarci per i pacchetti da far trovare sotto l’albero dell’ormai vicinissimo Natale?

Info: +39 345 7973331 – benedettop_00@yahoo.it