giovedì, Aprile 15, 2021

Fattoria Albamarina, i vini di Mario Notaroberto in Cilento

Fattoria Albamarina a Palinuro è stata la prima tappa della nostra nuova rubrica #ViaggidiVini. Non è stata casuale la scelta di partire dalla Campania, sin dai tempi di greci e romani terra perfetta per i vitigni che ancora oggi affondano le loro radici nel sottosuolo ribollente e allungano i loro tralci sulle coste della Penisola Sorrentina, della Costiera Amalfitana e dell’antica colonia della Magna Grecia, nota come costa del Cilento.

Parte dal Cilento ViaggidiVini

E proprio in Cilento siamo approdati per il nostro personale GrandTour che si ispira a quei viaggi immortalati nelle gouaches del Settecento o descritti dalle penne dei viaggiatori noti e meno noti del nord Europa. Del resto già a quel tempo le grandi attrazioni artistiche e archeologiche sposavano i grandi vini.

Fattoria Albamarina

E ora come allora anche noi, viaggiatori del Terzo Millennio, ci lasciamo ammaliare dalla scia di odori delicati e gradevoli, intersecando le rotte del grand tour, alla ricerca dei colori gialli paglierino più o meno carichi del Fiano e alla scoperta dei sapori asciutti dell’Aglianico, con ampi e piacevoli retrogusti aromatici, assimilati da un territorio coltivato a vigneti da almeno quattrocento anni.

Documenti storici attestano che proprio a Centola si produceva un vino che piaceva ai Papi, tanto da non mancare mai sulle tavole in Vaticano. Questa e altre storie ci avrebbe raccontato Mario Notaroberto, proprietario di Fattoria Albamarina insieme ai suoi figli Dario e Livio, e imprenditore, ristoratore, chef e importatore e distributore di vini e di prodotti agro-alimentari italiani di alta qualità a Lussemburgo dove vive da più trentacinque anni con la sua famiglia.

Ph. Toni Isabella

Ma Mario, come si definisce “brigante contadino cilentano”, anche se a noi ha dato più l’idea di un corsaro sempre in navigazione tra le due sponde lussemburghesi e cilentane, non abbiamo potuto incontrarlo perché richiamato da urgenti impegni in Lussemburgo, Quindi la promessa è quella di tornare quando sarà nel suo Cilento per conoscerlo.

Ad accoglierci, insieme al nostro Otto, sua moglie Marina e Alfredo Galietti che nella fattoria si occupa un po’ di tutto, dall’ospitalità alle vigne alla cantina.

Fattoria Albamarina

Fattoria Albamarina

E’ Marina che ci racconta non solo la storia di Fattoria Albamarina, ma anche quella personale: il suo incontro con Mario, tanti anni fa su un treno che dalla sua Genova la portava a Napoli, città del suo papà, e poi del suo arrivo in Cilento dove trascorreva le prime vacanze dopo aver cominciato a lavorare a Lussemburgo. Galeotti il treno e il passaggio che quel bel giovane gentile le offrì. Lei accettò volentieri e solo in stazione scoprì che sarebbe stato a bordo di una due ruote e non di un’automobile! Com’è andata a finire? Dal 1984 Mario, originario di Castinatelli di Futani, si è trasferito a Lussemburgo, prima con la sua attività nel settore edile e poi creando le sue realtà nel campo della ristorazione.

Oggi però dopo aver aperto lì un ristorante a ognuno dei suoi due figli, Dal Notaro e Culturando, si dedica quasi completamente alla nuova creatura, Fattoria Albamarina, che nel nome ricorda l’alba di una nuova esperienza, iniziata nel 2009, e la sua amata Marina.

Con lei prendiamo un aperitivo degustando due delle sei etichette dell’eccellente produzione vitivinicola complessiva di circa 30.000 bottiglie l’anno, prodotte in questo territorio proteso verso il mare e protetto dal monte Gebilson, tutte curate dall’enologo Carmine Valentino: Valmezzana Fiano Cilento Dop e Primula Fiano Paestum Igt. Entrambi Fiano in purezza frutto di quei primi vitigni impiantati nel 2009, il primo maturato e affinato per tre mesi in acciaio e sei mesi in bottiglia, il secondo lavorato in acciaio e vetro, restituiscono a naso e in bocca i profumi della macchia mediterranea e le brezze marine che accarezzano i grappoli portandoli alla giusta maturazione.

Il nostro preferito? Il Valmezzana, che prende il nome dalla località dove sono piantate le vigne, dal colore paglierino caldo, che seduce con i suoi aromi freschi e fruttati, dal sapore rotondo e pieno, sostenuto da una tonificante acidità. A contrassegnare la bottiglia, poi, una bellissima etichetta in cui è rappresentata una farfalla che, come ci spiega Marina, è simbolo di leggerezza ma anche di caducità.

Fattoria Albamarina

In cantina con Alfredo abbiamo assaggiato il Maricinè rosato Paestum Igp, prodotto da Aglianico e dedicato a Marina, e l’Agriddi Aglianico Cilento Dop, maturato in acciaio, affinato in botte grande per due anni ed elevato in boccia per un anno, con una gradazione alcolica di quattordici e mezzo, dall’intenso colore rosso rubino e persistente aroma di spezie.

Ph. Toni Isabella

Fattoria Albamarina
Ph. Toni Isabella

Durante la degustazione abbiamo apprezzato il nettare prodotto dal vitigno che incarna la vitivinicoltura campana e che rende bene anche vinificato in rosato. Un vino davvero notevole e dal carattere deciso l’Aglianico, le cui viti qui in Cilento sono costrette a sfidare la forza di gravità: ce ne rendiamo conto il mattino dopo durante la visita in vigna che “ricama” le colline lambendo la ferrovia e il fiume Lambro.

Fattoria Albamarina

I nostri sonni sono stati conciliati dal silenzio e dalla tranquillità che si respira a Fattoria Albamarina in uno degli appartamenti dell’agriturismo, ideale per chi vuole trascorrere una splendida vacanza nel Cilento a diretto contatto con la rigogliosa natura del Parco. Soli 4 chilometri separano le bellissime spiagge di Palinuro dall’Agriturismo, un edificio a due piani diviso in otto appartamenti di 70 mq tutti dotati di angolo cottura, due o tre camere da letto, balcone o terrazza da cui godere della vista su oliveti, alberi da frutto e macchia mediterranea.

Fattoria Albamarina

Fattoria Albamarina

Fattoria Albamarina

A disposizione degli ospiti anche un’ampia area esterna con solarium e piscina, barbecue e forno. Nei pressi uno spazio dedicato a conigli, galline, capre, tacchini, piccioni, asini e cani Corso, la passione del padrone di casa. Oltre al vino qui a Fattoria Albamarina si producono dell’ottimo miele e olio Evo della antica cultivar pisciottana.

Agriturismo Fattoria Albamarina
SS447 – Centola (Sa)
www.fattorialbamarina.com
Info: +39 339 8084006 – notarobertom@gmail.com

Scopri Bibibau con noi

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

Scopri Bibibau con noi

SEGUICI SU

5,423FansLike
10,747FollowersFollow
316FollowersFollow
1,023FollowersFollow
3,696FollowersFollow
39SubscribersSubscribe

PROVATE DA NOI

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

  1. Trovo molto bello il riferimento al Gran Tour, anch’io penso nella stessa direzione. Le parole invitano ad un percorso che solo l’esperienza in prima persona potrà completare. E qui si parla di vini che si intrecciano coi sogni: il Lussemburgo… wow…

  2. Una prima tappa che ha già un respiro internazionale. E quindi cosa c’è di meglio di ispirarsi al Grand Tour? Intrapreso questa volta da italiani in giro per l’Italia, di brindisi in brindisi 🥂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here