sabato, Gennaio 16, 2021

The Bubble Retreat. Dormire in una bolla

Bubble è il termine inglese che traduce bolla. E subito la mente va alle bollicine che salgono in un bicchiere di vino brioso o, più indietro nel tempo, ai ricordi infantili di quando le bolle le facevamo con acqua e sapone e poi, soffiandoci dentro, le facevamo librare nell’aria.

The Bubble Retreat, glamping dome in Umbria

Bubble

Ma… ci avete mai dormito in una bolla? Noi vi diciamo che si può fare! E in questo post vi raccontiamo la notte trascorsa in tre, con il nostro inseparabile Otto, guardando il mondo da un oblò. Dove? In Valnerina, nella verde campagna umbra di Monteleone di Spoleto, in una delle suites di The Bubble Retreat, un glamping dome nato da un’idea di David Vincenzi e Alessandro Monaco, aiutati a realizzare questo loro sogno dall’architetto Giacomo Sanna, che ha progettato le “bubbles”.

Bubble

Appena arrivati, abbiamo subito scorto da lontano gli eco dome che a prima vista hanno tutto l’aspetto di astronavi aliene atterrate sulla terra.
Le quattro cupole geodetiche autoportanti, invece, provengono dal Canada e sono dedicate a chi vuole trascorrere le proprie vacanze a stretto contatto con la natura da cui, una volta all’interno, si è separati solo da un sottile ma resistente strato di uno speciale pvc.

Bubble

Ognuna delle tre dedicate al riposo, di cui una completamente immersa nel bosco, è una sorta di tenda di lusso di circa 20 metri quadrati con bagno privato, posizionata sulla sommità di una collina che guarda verso il borgo di Monteleone di Spoleto.

Bubble

Attraverso la sezione trasparente si gode della vista sul verde per una esperienza davvero immersiva nel silenzio e nel paesaggio non inquinato nemmeno a livello luminoso.
La quarta è una semisfera completamente trasparente che è uno spazio aggregativo.

Bubble

Alessandro, che ci è venuto incontro e che ci ha accompagnato nella nostra bubble, ci ha detto che in futuro vorrebbero diventasse un luogo di incontro. E ci ha spiegato molto velocemente cosa c’è nella geodome con finestra panoramica che lascia godere di una vista ad ampio respiro sulle colline verdi tutte intorno.

Bubble

Bubble

Ogni tenda ha uno spazio privato con salottino e amaca, mentre l’interno è arredato con design minimal dal tono ecosostenibile.
Nelle bolle semitrasparenti di The Bubble Retreat non c’è wi-fi, non c’è televisione, non c’è corrente elettrica, ma ogni dome è provvisto di bagno e ampia doccia con acqua calda, letto king size, power bank per ricaricare i devices e torce a led per illuminare la notte.

Bubble

Bubble

Bubble

Cerchiamo di capirne di più ma Alessandro è irremovibile: “ognuno deve trarre le sue personali conclusioni da questa esperienza che è dedicata a quei viaggiatori che hanno voglia di ritrovare il contatto con la natura in strutture particolari come queste che traggono la loro forza dall’essere figure geometriche euclidee in contrasto il paesaggio circostante”.

Bubble

E’ stato impossibile scucirgli altro. E a noi non è rimasto che vivere l’esperienza in prima persona per poi raccontarvela. Prima ci siamo concessi una passeggiata nel bosco con il nostro Otto e un giro alla scoperta dei luoghi che ci avrebbero accolti tra i pascoli delle pecore e il recinto dei cavalli. Poi abbiamo raggiunto la bubble trasparente, perfetta per realizzare un servizio fotografico particolare, Otto permettendo!

Quando siamo tornati nella nostra dome abbiamo voluto dedicarci al relax più totale per sperimentare quel benessere psico-fisico che si prova a stretto contatto con la natura e che è, insieme al sogno di libertà e al desiderio di riscoprire la bellezza esclusiva di luoghi incontaminati, ciò che convince a trascorrere un soggiorno qui.

Bubble

Col calar della sera è arrivato il momento del nostro aperitivo, servito direttamente a domicilio. Il primo fresco ci ha convinto a consumarlo all’interno in un’atmosfera resa speciale dalla luce delle lanterne moltiplicata da ogni “spicchio” trasparente della bubble creando un effetto magico.

Nel “paniere” squisiti salumi di produzione artigianale che arrivano direttamente dall’Agriturismo Casale Montebello, che si trova nei pressi e fornisce anche la colazione del mattino, formaggi locali, insalate di farro e pomodori, bruschette e una bottiglia di vino. Unico appunto: avremmo preferito anche questo locale.

Bubble

Poi, alla luce delle stelle, ci siamo lasciati avvolgere dal silenzio e dalla pace del luogo, interrotta soltanto dal suono dei campanacci al collo dei cavalli. Ed è stato bellissimo guardare arrivare il giorno, col cielo che pian piano si tingeva di rosa, finché Otto attratto da un muggito si è avvicinato un po’ troppo alla finestra… Ho temuto volesse “attraversarla”!

Bubble

La colazione ricca e saporita, con pane, fette biscottate, marmellate, torte, succhi di frutta, una squisita ricottina e latte e caffè nei thermos, viene lasciata sul tavolo esterno alle 7,30 in modo tale che poi ognuno possa consumarla all’ora che più fa comodo.

A questo punto possiamo arricchire con il nostro il racconto sulle bubble di David e Alessandro, proprio come ci hanno chiesto loro. I geodome sono ideali per chi, pur volendo vivere una vacanza nella natura, preferisce non sottrarsi alle comodità.

Bubble

E sicuramente il glamping The Bubble Retreat risponde all’esigenza di dare al viaggio un senso green e contemporaneamente al piacere di rilassarsi in vacanza in spazi eleganti e confortevoli. Al mattino però, in periodi non troppo caldi, è un po’ dura tirarsi fuori da sotto il piumone per fare la doccia, ma su questo siamo stati rassicurati: The Bubble Retreat è un progetto in divenire e cresce e si innova grazie ai feedback di chi come noi ne prova l’esperienza.

Si sta già pensando a un sistema di riscaldamento e l’obiettivo è di realizzare una domotica che gestisca il pieno funzionamento della struttura: controllo della ventilazione interna e dell’umidità, illuminazione e tutti quei parametri che possono aumentare il comfort.

Conclusione? Noi e Otto non vediamo l’ora di riprovare l’esperienza, magari in un’altra stagione, per guardare i mutamenti della natura circostante da un punto di osservazione privilegiato, sentendosi quasi sospesi per aria in una bubble che ricorda tanto le bolle di sapone iridescenti di quando eravamo bambini. Il vantaggio dei geodome di The Bubble Retreat? Non scoppiano!

The Bubble Retreat
Monteleone di Spoleto – Perugia
Info: +39 347 6092964 – www.thebubbleretreat.com
FB.: @thebubbleretreat – IG.: @thebubble.retreat

Scopri Bibibau con noi

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

Scopri Bibibau con noi

SEGUICI SU

5,414FansLike
10,747FollowersFollow
317FollowersFollow
1,023FollowersFollow
3,696FollowersFollow
39SubscribersSubscribe

PROVATE DA NOI

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

  1. Mi avevate incuriosito con questo alloggio! Finalmente l’articolo. Un gran senso di libertà e di bella pace in mezzo alla natura questa bubble. Ti aspetti un ambiente spartano invece quanto comfort e calore! Cosy, direbbero gli inglesi.
    Punterei la sveglia all’alba solo per godermi lo spettacolo dal letto.

  2. Cosy è la definizione più azzeccata! Per quanto riguarda la sveglia Simona non è necessaria: il risveglio all’alba è naturale ed è meraviglioso vedere tingersi tutto di rosa e i primi raggi del sole spuntare dietro gli alberi. 🤩

  3. Mi piacerebbe, eccome se mi piacerebbe! Per sentirmi piacevolmente un po’ fuori dal mondo ma in pieno contatto con la natura circostante.
    Il momento più bello? Il risveglio. O magari l’aperitivo al calare della sera…

  4. Sono stati entrambi momenti emozionanti ma ti dirò che ho amato molto godermi il silenzio assoluto dell’alba col sole che pian piano rischiarava il cielo… e te lo dice una che non è affatto mattiniera! 😉

  5. Tanti i momenti che di questa esperienza porteremo sempre nel cuore: il tramonto infuocato dietro le colline, il cielo trapuntato di stelle nel buio quasi assoluto e i primi raggi dell’alba tinta di rosa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here