Pini e macchia mediterranea, insieme al mare dai cangianti colori che virano dall’azzurro al verde, sono gli elementi principali di quel meraviglioso quadro che è il Gargano.

Gli azzurri e i verdi del meraviglioso quadro che è il Gargano

Qui il mare e la terra, le due anime della Puglia, si incontrano dando vita a scenari mozzafiato: le bianche e alte scogliere, le grotte, le lunghe distese di ciottoli chiuse da ripide falesie di roccia candida, le distese di ulivi in equilibrio precario e i boschi vista mare in cui tra poco spunteranno, timide e allo stesso tempo di una spudorata bellezza, le tante varietà di orchidee di cui il promontorio è il sacro custode.

Vieste

Ci si rende subito conto di essere immersi in una natura speciale, quella del Parco Nazionale del Gargano, che tra le sue perle racchiude Vieste, uno dei più rinomati centri balneari della Puglia, dominato dal castello fatto erigere da Federico II di Svevia.

Vieste

E proprio Vieste è la meta di Città Meridiane che, insieme a un gruppo di giornalisti e blogger, è stato coinvolto nel press tour organizzato da Pierpaolo Sammartino per la società Befree rappresentata da Annarita Zonno in collaborazione con Garganoeventi.it in occasione della presentazione della futura tappa italiana del Campionato del Mondo di Moto d’Acqua UIM-ABP Aquabike Worldchampionship, il GP of Mediterranean, che si terrà nelle acque del centro garganico dal 9 all’11 giugno e che seguirà quella di Porto Cesareo dal 2 al 4 giugno con l’Aquabike World Championship Grand Prix of Italy, di cui abbiamo già parlato in un post precedente (https://www.cittameridiane.it/acqua-fuoco-porto-cesareo/).

Arturo

In realtà solo una parte di Città Meridiane ha partecipato al tour: Michele per lavoro non si è potuto allontanare e quest’anno le tappe pugliesi di Aquabike dovranno munirsi di un’altra mascotte dato che il nostro cane giornalista Arturo non c’è più…

Vieste

La scoperta più bella è stata quella di conoscere il tratto di costa nei pressi di Vieste dal mare. Grazie all’associazione Pescaturismo Vieste (www.pescaturismovieste.it) ci siamo imbarcati a bordo della motobarca Eolo su cui Capitan Miki ci ha illustrato le tecniche della pesca con le reti da tramaglio lunghe chilometri e chilometri e dalla quale abbiamo ammirato le meraviglie del litorale: un susseguirsi di alti faraglioni, ampie spiagge sabbiose e grotte marine.

Vieste

La traversata ci ha regalato paesaggi da cartolina e si è conclusa con lo sbarco sulla spiaggia di Mattinatella dove ad attenderci c’erano Michele e Sara dell’associazione DoveAndiamoSulGargano (www.doveandiamosulgargano.it) e Giuseppe Frattarolo dell’Associazione Daunia Tur (www.dauniatur.it) che, prima di accompagnarci in un trekking tra i profumi dei pini e della macchia mediterranea a picco sul blu, hanno apparecchiato per noi un picnic sui ciottoli in riva al mare.

Vieste

Il momento giusto per gustare la fragrante e gustosa focaccia del Panificio Latorre (Via Papa Giovanni XXIII, 27 – tel.+39 0884 708041), preparata su ricetta della madre di Giuseppe, originaria di Monopoli, con un lievito madre naturale da lui elaborato quando, dopo la laurea in Economia a Roma, lavorava a Cagliari. Da cinque anni è tornato a casa, nella sua Vieste, dove segue le attività del forno di famiglia che oggi ha quattro punti vendita e quattro laboratori in cui ogni giorno vengono sfornati una quindicina di pani diversi, panini di tutti i tipi e una decina di varietà di focacce.

Vieste

2 COMMENTS

  1. Oh il Gargano 🙂 <3 Spero vivamente di andarci a settembre! In Puglia non sono mai stato, ma devo essere sincero mi ispirano più i paesi garganici che quelli salentini.. Vieste, Peschici, Mattinata, Rodi ecc

  2. In realtà Pietro sono due angoli di Puglia completamente diversi, ognuno con il suo fascino. Ma la nostra regione è molto lunga e interessante: certo non potresti vederla tutta in un sol colpo! Per cui comincia dal Gargano e poi scendi…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here