mercoledì, Agosto 10, 2022

La Mostra Casamassella Pop e le foto con gli occhiali

spot_imgspot_imgspot_img

 

Di Casamasella Pop vi avevamo già raccontato. Ma non vi abbiamo ancora messo al corrente degli sviluppi del progetto dell’architetto Roberto Campa che, nato nel 2017, ha come scopo quello di far diventare Casamassella, frazione di Uggiano la Chiesa in Salento, un modo di essere, di sentire, di vedere attraverso un paio di occhiali arancioni che suscitano simpatia. E che sono diventati il simbolo di questa iniziativa che vuole dare visibilità a un borgo attraverso una tipologia di marketing territoriale facendo leva su arte e cultura.

Protagonisti i ritratti con gli occhiali arancioni

Il 5 maggio di quest’anno è stata presentata a Roma presso la Sala Nassirya del Senato della Repubblica la Mostra CASAMASELLA POP che è poi stata inaugurata il 14 dello stesso mese  a Casamassella nei locali della ex Scuola Elementare-Biblioteca Antonio De Viti De Marco.

Mostra Casamassella Pop

In oltre tremila scatti l’ideatore del progetto, architetto Roberto Campa e il curatore della mostra, architetto Oliviero Godi, hanno voluto raccontare un viaggio fotografico dal Salento al mondo andata e ritorno dove, a fare da filo d’Arianna unendo uomini e donne di terre, culture, lingue, etnie, comunità, abitudini, consuetudini, diversi e distanti tra loro, sono gli di occhiali di colore arancione indossati da tutte le persone fotografate.

Ma non solo, perché la mostra ha un lato fortemente green: è stato fatto un calcolo di quanta CO2 produrrà ed è stato deciso di piantare una certa quantità di alberi di olivo nel Salento per compensarla. Questo non solo aiuterà l’ambiente ma sarà un segnale di attenzione all’aspetto sociale legato al dramma della xylella e alla necessità di ricreare il contesto agricolo che dà lavoro a moltissima gente in questa parte della Puglia, producendo dell’olio che poi verrà gestito dall’associazione.

E, domani mercoledì 27 luglio alle 21, come evento collaterale della mostra Casamassella Pop, l’autore e divulgatore televisivo Giovanni Muciaccia, testimonial del progetto, presenterà il suo libro “Attacchi d’arte contemporanea” edito da Rizzoli, tentando di dare risposte a domande sull’arte del nostro tempo. Su cui sappiamo molto poco.
Cos’è ad esempio l’arte concettuale o l’appropriation art? E l’arte relazionale? E poi, come nasce l’intuizione nella mente di un artista? Cos’è la creatività?

“Sono convinto che la comprensione dei linguaggi dell’arte moderna e contemporanea, possa stimolare la creatività in qualsiasi campo”  – ha anticipato Giovanni Muciaccia. Il resto potrete scoprirlo partecipando alla serata.

E non basta ancora. Perchè il progetto Casamassella Pop riserverà altre sorprese! Il 27 agosto, infatti, nelle sale della mostra Casamassella POP, ci sarà un evento unico, speciale dal titolo “Sogno di una notte di mezza estate”, come nella commedia di Shakespeare dove tutti si innamorano di tutti indifferentemente, verrà sposato chiunque con chiunque ma… a tempo. Sono già più di trenta le coppie disposte al grande passo ma a scadenza, che si presenteranno all’evento con abiti da matrimonio, testimoni, parenti ed amici.

Vista la difficoltà oggigiorno di reperire tutti questi elementi, a chi servisse verranno affittati gli abiti, i testimoni, gli amici e anche i parenti. Come si può immaginare, un contratto matrimoniale a tempo non è possibile, sia civilmente che per la maggior parte delle religioni e quindi tutti potranno finalmente divertirsi senza provocare disastri.

Ci saranno anche le truccatrici, i fiori, le torte nuziali, i confetti e i cerimonieri che impartiranno questo non sacro vincolo a tempo. E a tutti verrà rilasciato un attestato di matrimonio a tempo, rigorosamente non valido ai fini matrimoniali.

Mostra Casamassella Pop

Quanto tempo durerà il matrimonio? Difficile a dirsi, ma con l’intesa degli sposi verrà indicata su ciascun attestato la durata scelta. Il tutto celebrato nella sala centrale della mostra Casamassella POP, dove si potrà scegliere la foto di sfondo alla cerimonia individuale. Per un matrimonio patriottico la foto davanti alla Anna in bicicletta con la bandiera italiana, per un matrimonio duro e crudo quella davanti al fabbro con la trancia, per un matrimonio irriverente la Grazia che fa le boccacce, per un matrimonio romantico la sposa vietnamita in abito da Cenerentola e per un matrimonio popolare la bella immagine della gente di Casamassella in piazza con la neve.

Chi volesse sposarsi a tempo deve comunicarlo a info@casamassellapop.org entro domani 27 luglio e verranno forniti tutti i dettagli. Chiunque volesse invece partecipare come ospite/comparsa al matrimonio e gioire con gli sposi è invitato, il 27 agosto, dalle 17:00 alle 24:00, nella ex scuola elementare di Casamassella, biblioteca Antonio De Viti De Marco.

Casamassella Pop
Foto Roberto Campa

A chiusura vi sveliamo un segreto: siamo molto legati al progetto Casamassella Pop e all’amico Roberto Campa, ma anche al borgo di Casamassella perché il primo dei nostri #Sognidoro raccontato sul blog lo abbiamo vissuto tra le mura del Castello De Viti De Marco che emerge imponente sulla piazza principale del borgo non rivierasco più a oriente d’Italia ospiti, insieme al nostro Arturo, della famiglia De Donno. E due anni dopo ci siamo tornati su invito di Irene e Roberto soggiornando nelle confortevoli camere de La Filanda che trovate anche tra le strutture Provate da Noi su www.sceltemeridiane.it.

Scopri Bibibau con noi

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

spot_img

Scopri Bibibau con noi

SEGUICI SU

5,423FansLike
10,747FollowersFollow
308FollowersFollow
1,023FollowersFollow
3,920FollowersFollow
42SubscribersSubscribe

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here