In Emilia Romagna da sempre l’ospitalità è un’arte. Non fa certo eccezione quella delle strutture della catena Batani Select Hotels che accolgono gli ospiti in ambienti raffinati e confortevoli. Insieme al nostro Otto siamo stati ospiti dell’Hotel Miramonti, affacciato sul laghetto di Acquapartita sul versante romagnolo dell’Appennino, un luogo in cui i profumi e i colori sono parte integrante di questa oasi tra i boschi di Bagno di Romagna.

Miramonti

Tra i boschi di Bagno di Romagna

Provate a chiudere gli occhi e immaginate un paesaggio collinare dai colori caldi con fitti boschi di piante secolari. Crederete di aver fatto un sogno meraviglioso. Ma non è così: quel luogo esiste davvero e si trova nel magico paesaggio dell’Appennino Romagnolo che nel periodo autunnale riserva profumi da cui lasciarsi avvolgere e ammaliare.

Miramonti

L’Hotel Miramonti è stato inaugurato nei primi anni ’90 e fa parte di quel gruppo di alberghi, ciascuno con le proprie peculiarità, creato dal patriarca Antonio Batani in cui il comun denominatore è la cura di ogni dettaglio unita alla passione per l’accoglienza, che fa sentire l’ospite, pelosi compresi, in famiglia.

Dopo aver investito in strutture prestigiose della Riviera Romagnola creando la catena alberghiera internazionale Batani Select Hotels, che vanta undici alberghi in Italia e uno in Romania, proprio qui nell’Alto Savio dove era nato fece edificare questa moderna struttura concepita come un’oasi di benessere in cui ci sente veramente a casa.

Le 55 camere hanno interni ricchi di atmosfera che riflettono “l’arte di vivere” locale, mentre i clienti più esigenti trovano ampia soddisfazione nel raffinato ristorante dedicato al patron Tonino, a partire dalla abbondante e varia colazione a buffet a base di prodotti sempre freschi provenienti dalla Fattoria Batani.

Da oltre 20 anni e su venti ettari di terreni di proprietà della famiglia, vengono prodotte le materie prime, frutta e verdura, ma anche olio e uova, che ogni giorno arrivano nelle cucine dei ristoranti degli alberghi della catena Batani e finiscono nelle esclusive ricette tra tradizione e creatività che gli chef propongono a tavola.

Noi abbiamo potuto apprezzare i piatti a base degli ortaggi raccolti nei campi tra il lago e l’albergo e utilizzati nei tortelli alla lastra e sulle bruschette del saporito antipasto, la pasta ripiena fatta in casa e le pregiate carni delle vacche locali di razza Romagnola, con gli immancabili e irresistibili porcini fritti, in menu che non rinunciano ai sapori della rinomata gastronomia locale.

Miramonti

Per smaltire tutto, ideali le passeggiate intorno al laghetto di proprietà in cui si specchia l’hotel, lungo le antiche mulattiere nei boschi di castagni dei dintorni e con le E-bike, a disposizione di chi sceglie di soggiornare presso l’albergo.

Relax totale è garantito dal Percorso Benessere “Dolce Vita Spa” con sauna, biosauna, bagno turco, vasca idromassaggio, doccia emozionale e doccia finlandese, che può essere completato dai diversi trattamenti estetici proposti e dagli esercizi nell’area fitness.

Accolti dalla gentilissima Orietta abbiamo avuto l’intera spa a disposizione per due ore con piacevole break con infusi, tisane e gli squisiti dolcetti preparati dallo chef e l’ulteriore plus dell’uso in esclusiva della piscina riscaldata interna ed esterna. Piacevolissimo proseguire la nuotata al caldo mentre l’aria umida della serata invernale ci pizzicava il viso!

Del resto la spa, rinnovata di recente, è il fiore all’occhiello dell’Hotel Miramonti, il luogo perfetto per trascorrere una vacanza detox a base di un’esperienza di benessere completa, immersi nella natura e coccolati dall’ospitalità piacevole e mai invasiva, in pieno stile Batani’s touch.

Di cosa si tratta? Ve ne parliamo raccontandovi la storia della famiglia Batani. Tutto è partito proprio da qui, dove ora sorge l’Hotel Miramonti e dove è nato Antonio Batani, poi emigrato a Saint Moritz per fare il cameriere. Lì il primo impatto con una hotellerie di alta classe, quella che poi lui stesso ha voluto portare nella sua Romagna, partendo dalla Pensione Delia di Cervia per poi arrivare agli attuali dodici hotel della catena Select Hotels. Tra cui c’è quello che ha sempre rappresentato il suo più grande sogno, il Grand Hotel di Rimini dove Federico Fellini aveva sempre prenotata per sé la suite 315.

Lo acquisì nel 2007 e l’anno successivo, dopo un restauro accurato e fedele, lo rese la gemma più preziosa della collana degli alberghi Batani e ne festeggiò il centenario con una serata leggendaria. E sempre lì se n’è andato a 79 anni, in una delle camere di uno degli alberghi più famosi del mondo, che ha accolto ospiti illustri, da lady Diana all’imperatore Hirohito, fino a Kissinger, Gorbaciov, Bush senior, il Dalai Lama.

Ma se il patron Tonino Batani non c’è più il suo tocco è ancora molto presente perché portato avanti dalla sua famiglia che continua a mantenere alto il vessillo di ospitalità familiare e allo stesso tempo professionale, semplice e insieme ricercata. Quella che fa di questi alberghi i preferiti di chi frequenta la zona tra gli Appennini e la Riviera Romagnola in qualsiasi stagione.

Un ringraziamento speciale va alle signore Lia, in sala e Daniela e Cinzia al desk per la loro gentilezza e al direttore Gianni Serra che con passione ci ha parlato della sua terra dandoci gli spunti per visitarla al meglio. Tutto non siamo riusciti a fare, ma sarà proprio questo a spingerci a tornare per approfondire la conoscenza di questo territorio dalle mille sfumature. Di cui abbiamo portato via gusto e profumi attraverso il box con la marmellata e l’olio confezionati con i prodotti coltivati nei poderi di famiglia.

Hotel Miramonti
Via Acquapartita, 103 – Bagno di Romagna (FC)
Info: +39 0543 903640 – hmiramonti@selecthotels.it
www.hmiramonti.it

In collaborazione con Batani Select Hotels

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here