Telli tails: dalle vele accessori ecochic

Le borse e gli accessori di Telli tails li ho scoperti su Instagram, che ormai è diventato un’enorme fonte di novità sempre aggiornata.

Ogni pezzo è unico, leggero e resistente

Se già prima del lockdown amavo sbirciare tra brand e hashtag alla ricerca di prodotti e servizi in linea con la nostra filosofia di viaggio e di vita, durante la quarantena per me è diventato indispensabile continuare a guardare “il mondo” attraverso i post. Ed è stato un modo di sentirmi meno isolata e meno confinata in casa: come quel vecchio detto recita se Maometto non va alla montagna è la montagna che va da Maometto. E attraverso questa montagna di foto e storie pubblicate ogni giorno non ho perso il contatto con la realtà e così molti brand sono diventati delle belle e concrete collaborazioni.

Come quella con Telli tails, la collezione realizzata a mano in vela riciclata da Donatella Pramparo, in cui ogni pezzo è unico, leggero, versatile e resistente.

Mi sono innamorata del suo progetto sin da subito perché rappresenta un modo di evitare gli sprechi creando accessori belli e duraturi, trendy ed ecochic.
Così dopo esserci conosciute, sia pure a distanza, ci siamo “riconosciute”: stesso amore per l’ambiente, per le cose belle e fatte con il cuore, per la moda etica.

Telli tails

Ho voluto con me come compagna di viaggio una creazione di Telli, come viene chiamata da tutti Donatella che ha voluto chiamare Telli tails la sua collezione, fondendo il suo nome con quello di “tell-tail”, il filetto segnavento costituito da un filo di lana che viene cucito su entrambi i lati della vela e che permette di capire la direzione del vento. E questo simbolo del mondo nautico è diventato il logo distintivo anche delle sue creazioni.

Telli tailsPer me è un gran piacere parlare della sua storia, prima personale e poi creativa. La passione dell’ago e filo è cominciata per Telli come un puro passatempo, quando da bambina guardava la sua mamma lavorare come sarta e ricamatrice nel piccolo paese in provincia di Venezia dove ancora vive.

Questo amore infantile si è poi trasformato in lavoro vero e proprio e da ragazza, una volta appresa l’arte del tagliare e del cucire, ha lavorato in un atelier nel cuore di Venezia.

A questo punto vorrei aprire una breve parentesi, che è legata al nostro travel magazine e al rapporto che ha sin dall’inizio con il territorio veneto.

Infatti una delle nostre prime collaborazioni per StiliViaggio, a un mese dal lancio di Città Meridiane, è stata quella con Germana Cabrelle, la “mamma” di Moskardin, un taccuino tascabile: “tacuin” in veneto significa anche portafogli, portadocumenti, portavalori, che dal Veneto cinque anni fa è sbarcato in Puglia a sugellare un primo legame tra le nostre due regioni.

E adesso questo rapporto si fa più forte grazie alla pochette e al porta tessere molto funzionale perché oltre ad essere leggero e resistente ha fino a sei taschine per riporre tessere elettroniche, carte di credito, documenti e quant’altro, novità assoluta di cui Telli Tails ha voluto farci omaggio prima del lancio ufficiale nella collezione. Tutto creato da Donatella utilizzando gli scarti dei materiali del’azienda per cui lavora come la fibra di carbonio.

Perché dopo l’esperienza in atelier ci racconta che la vita l’ha portata altrove, in un posto bello dove può guardare il mare ogni giorno: un’azienda artigianale che produce vele per piccole barche da crociera e vele enormi per performanti imbarcazioni da regata, in cui lavora come cucitrice. Insomma, un mondo che certamente ha il suo fascino, così come i materiali su cui posa lo sguardo e che le passano tra le mani.

A questo punto rientrano in gioco passione e temperamento creativo che, uniti alla manualità acquisita, conducono Telli, dopo solo qualche anno di lavoro nel mondo nautico, a dare alla luce una nuova idea: riutilizzare le vele e altri materiali di riciclo per creare borse, zaini e accessori.

Telli tails

Un’idea che come abbiamo già accennato non è solo glamour ma anche rispettosa della natura in quanto ridà vita a tessuti e materiali che altrimenti andrebbero gettati via aumentando la quantità di rifiuti nell’ambiente. La filosofia che sta alla base di Telli tails segue quindi i principi a noi molto cari della moda etica e della produzione sostenibile: evitare di consumare nuove risorse creando con ciò che si ha già ed esortare all’acquisto consapevole, con la convinzione che le piccole azioni quotidiane siano importanti e possano davvero indurre al cambiamento.

Tutto ciò, insieme alla ricercatezza delle sue creazioni ecochic, ci ha inizialmente attratto e siamo stati poi definitivamente conquistati dalle sue parole: “Sono io stessa a ideare, progettare e realizzare tutte le mie creazioni. I prodotti finali sono pezzi unici rifiniti al dettaglio, versatili, leggeri e durevoli: le vele usate infatti, così come i ritagli di tessuti nuovi destinati al macero, sono materiali estremamente resistenti e fatti per durare una vita intera. L’esatto contrario della fast fashion”.

Telli tails

In sintesi, proprio ciò che più piace a noi: prodotti di valore derivanti da materiali di scarto, le cui caratteristiche sono l’unicità e l’originalità e la qualità dei materiali usati, come i tessuti preziosi in fibra di kevlar e di carbonio della mia pochette, nonché la lavorazione abile e attenta dei materiali unita a un prezzo equo e alla portata di tutti.

Telli tails
Info: +39 347 1450189 – donatellapramparo@libero.it
https://www.facebook.com/tellitails
https://www.instagram.com/telli_tails/
http://etsy.com/it/shop/tellitails

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

SEGUICI SU

5,363FansLike
10,747FollowersFollow
317FollowersFollow
1,023FollowersFollow
3,696FollowersFollow
39SubscribersSubscribe

PROVATE DA NOI

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here