Speleo Trekking a Leucaspide

0
56
LEUCASPIDE

Domenica 7 febbraio Pugliavventura farà vivere a tutti coloro che parteciperanno alla visita guidata naturalistica con trekking ed esplorazine in gravina, tra suggestive caverne naturali e incredibili manufatti di prigine preistorica, 3 ore di emozioni indimenticabili allo stato puro. Il luogo dove questo si svolgerà è Statte in provincia di Taranto e il punto di incontro il Campo Sportivo, via Arena di Verona 1; Coordinate GPS: N 40.571498 E 17.211255 – Google maps: -> http://bit.ly/1NHlarD


La suggestiva escursione porterà alla scoperta della Gravina di Leucaspide. Situata nel Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine, la gravina è solo una delle tante gole che solcano gli ultimi gradini dell’Altopiano murgiano in Provincia di Taranto, creando uno dei più maestosi esempi di carsismo del nostro territorio: le gravine dell’Arco Jonico Tarantino.
Questi canyon si sono originati grazie all’azione erosiva dell’acqua nel corso di milioni di anni; ciò ha contribuito a renderle particolarmente adatte ad ospitare una ricca varietà di animali e piante, ma anche l’uomo. Nelle pareti calcaree infatti già nell’età del bronzo l’uomo ha scavato abitazioni, dando origine alla Civiltà Rupestre, che ha caratterizzato la nostra regione fino al XVIII secolo.

Un mix di natura e opera dell’uomo, che sarà protagonista di un’ escursione originale, formativa e divertente: si parte dall’alto percorrendo i versanti della gravina, che in alcuni punti presentano dislivelli di circa 40 metri, ammirando rocce imponenti e alberi di pino d’Aleppo in bilico sugli strapiombi; si scende poi sul fondo, e questo permetterà di capire come l’acqua abbia modellato la roccia, e come ancora oggi contribuisca a rendere l’ambiente ricco di umidità.
La peculiarità delle gravine infatti è data dal cambiamento brusco di paesaggi nell’arco di pochi metri di distanza: dai versanti al fondo si susseguono ambienti secchi e aridi caratterizzati da arbusti mediterranei e zone dove abbondano muschio e piante più adattate ai climi umidi. Vedremo capperi, rosmarino, timo, carrubi, ginestre e molto altro ancora. Le guide escursionistiche Pugliavventura spiegheranno come questo fenomeno sia possibile, arricchendo il tutto con curiosità storiche e naturali.

Non solo: le pareti rocciose sono un ambiente idoneo per numerosi rapaci diurni e notturni, che qui cacciano e talvolta nidificano. Non è difficile osservare, con un pò di attenzione, i volteggi del falco grillaio, del nibbio bruno o del falco lanario, i veri dominatori di questo posto fantastico!
Tutto questo da solo basterebbe. Ma ti c’è di più: uno dei momenti più interessanti dell’escursione si avrà quando verranno raggiunti dei piccoli Dolmen, risalenti al II millenio a.C., misteriosissima testimonianza della civiltà che si insediò in queste terre all’epoca selvagge ed impervie.

Durata: circa tre ore.

Abbigliamento consigliato: comodo, pantaloni da tekking o tuta, mimetici o similari che rendano agevoli i movimenti; vestirsi a strati, portare un k-way (in caso di pioggia lieve). Consigliate scarpe di ricambio. Portare almeno mezzo litro di acqua a testa e spuntini energetici.

Sono obbligatorie scarpe da trekking. Non sono ammesse scarpe a suola liscia o similari.

Consigliata macchina fotografica.
All’escursione, aperta a tutti, sono invitati i soci di Pugliavventura, i soci Endas, i tutti coloro che desiderano conoscere le e partecipare alle nostre attività associative.

L’INIZIO DEL TOUR È PREVISTO ALLE ORE 10,45 DEL 7 FEBBRAIO