mercoledì, Maggio 19, 2021

Gli Scapicchio, il Barber shop Old Style e le barbieresse

A Bovino, uno dei borghi più belli dei Monti Dauni in provincia di Foggia, ha sede il Barber shop Old Style all’americana della famiglia Scapicchio. La loro storia di barbieri è lunga due secoli: inizia nel 1820 con il quadrisavolo Vincenzo Scapicchio, barbiere-chirurgo come usava all’epoca, continua con il trisnonno Marco e poi con Vincenzo che emigra negli Stati Uniti. E’ lui che insieme ad altri nove barbieri, viene incaricato da John Torrio, uno dei più potenti capi gangster di Chicago, di mettere a punto un metodo di rasatura per omaggiare Al Capone.

Il corso per barbieresse a Bovino

 

Scapicchio

Ma facciamoci raccontare la storia direttamente da Luigi Scapicchio, attuale titolare del barber shop e discendente di Vincenzo, che dopo la sua esperienza americana si trasferì in Germania aprendo ben tre barberie e poi rientrò a Bovino per riaprire la storica barberia.
Oggi è lui uno dei più rinomati interpreti italiani di questo antichissimo mestiere con
clienti che provengono da ogni parte d’Italia.

Scapicchio

Partiamo dall’inizio: in cosa consiste la rasatura barba Old Style?
La rasatura Old style è un arte ormai quasi estinta, noi siamo gli ultimi custodi di questo antico rito. Nasce a Chicago da barbieri emigranti italiani, tra cui mio bisnonno e altri 9 colleghi tutti del sud Italia, chiamati anche i 10 di Al capone, per accontentare i ricchi i potenti dell’epoca.
Un vero e proprio trattamento di bellezza, che ha una durata di oltre un’ora, e che ha delle regole ferree come nella danza classica.
All’interno della rasatura old style, meglio conosciuta nel mondo come ‘’ITALIAN SHAVE’’ ci sono tecnica, stile, storia, educazione e rispetto e, cosa più importante, ecologia e ambiente, perché usiamo esclusivamente rasoi antichi che non vengono buttati, si affilano su pietra e hanno manici in avorio, osso o corno. Cosa non da poco se si pensa che nel mondo ogni anno si buttano 10 miliardi di lamette e altrettanti rasoi monouso.

Scapicchio

Quando a una delle famiglie di barbieri più antiche ancora in attività in Italia è venuta l’idea di creare un corso di rasatura barba Old Style per barbieresse?
Il primo corso di rasatura barba per solo barbieresse lo abbiamo fatto nel 2015 perché avevamo tante richieste di donne nella nostra Accademia, cosi abbiamo deciso di organizzare qualcosa esclusivamente per barberiesse, una novità mondiale all’epoca,  ripresa anche nel film documentario ‘’Barbieri d’Italia’’ di Francesco Martinotti.

Quante ragazze hanno partecipato, dal 2015 in poi, ai vostri corsi di questa arte nobile e antica e da dove sono arrivate a Bovino?
Hanno partecipato al corso 10 ragazze giunte da tutta l’Italia e una è arrivata addirittura dalla Slovenia.

Anche le barbieresse utilizzano oggetti e attrezzature storiche come rasoi a mano libera, pietre belga per affilare, pettini in osso, coramella in cuoio per addolcire il filo del rasoio ed addolcire la rasatura, pennelli con setole di cinghiale e macchinette tosatrici a mano?
Certamente anche le barbieresse usano tutti gli attrezzi antichi, anzi devo dire che a distanza di anni e dopo aver visto centinaia di ragazze cimentarsi nella nostra Accademia sono arrivato alla conclusione che hanno una marcia in più e che agli uomini piace molto essere serviti dalle barbieresse.

Ma perché le ragazze decidono di frequentare un corso per tagliare barba e baffi?
Questa domanda è meglio farla ad una donna.

Alla fine del corso di formazione cosa viene consegnato alle partecipanti?
Alla fine del corso viene rilasciato un attestato e il nostro kit con all’interno il rasoio a mano libera, la pietra per affilare, il pennello da barba e la nostra dispensa.

Quale secondo lei è il “tocco magico” delle donne in un mestiere considerato prettamente maschile?
Il tocco magico è sicuramente la precisione nei dettagli e la delicatezza che solo una donna può avere.

Per salutare i nostri lettori ci racconta la sua esperienza come interprete del film- documentario intitolato Barbieri d’Italia andato in onda su Raitre?
La mia esperienza nel film Barbieri d’Italia è stata molto bella e interessante perché mi ha dato modo di conoscere altre realtà e ha dato tanta visibilità alla famiglia Scapicchio e al suo storico Barber shop. E poi fare una barba sotto la torre del nostro bellissimo castello è stato un sogno che si è avverato.

Scopri Bibibau con noi

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

Scopri Bibibau con noi

SEGUICI SU

5,423FansLike
10,747FollowersFollow
317FollowersFollow
1,023FollowersFollow
3,696FollowersFollow
39SubscribersSubscribe

PROVATE DA NOI

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

  1. Grande… agli uomini piace essere trattati da una barbieresse come io aspetto di mettermi nelle mani di unO stilista per rifarmi il look, senza far torto a nessuna, è solo una questione di fascini che si complementano. Magari sogno ad occhi aperti ma è questo l’impatto che mi fa.
    E poi intravedo la voglia di tornare alla gran cura dei dettagli, cosa che mi auguro prenda sempre più campo. Per un corso che vale la pena sarei venuta anch’io dalla Slovenia.

  2. Ma sai che incuriosisce tanto anche me? Non so se mi cimenterei ma mi piacerebbe assistere a questo “rito” che ha i suoi tempi e le sue regole e riporta al passato, quando la fretta era vista in senso negativo e mettersi letteralmente nelle mani di qualcuno era confortante.

  3. Possono anche soltanto rimanere singole esperienze che ti restituiscono la libertà di vivere bellezza. Mi ricordo quando venne il barbiere a casa per mio padre, mi colpirono le movenze, tutto un modo particolare di tagliare millimetri.

  4. Bellezza, lentezza, leggerezza, libertà, serenità… tutte parole di cui oggi abbiamo tanto bisogno!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here