Dalla lontana Normandia Stella Sumerano pensava spesso alla sua origine pugliese, alla sua Alberobello, alla campagna dai mille toni di verde, punteggiata di trulli e ricamata dai muretti a secco. Nonostante la sua vita e la sua famiglia ormai fossero altrove e il suo lavoro la portasse in giro per il mondo, l’assaliva la nostalgia e la voglia di creare qualcosa di suo nella sua terra diventava sempre più forte.

Un piccolo borgo di trulli immerso nella natura

Le Dieci Porte

Una passeggiata in campagna seguita da una telefonata arrivata in Francia per comunicare che proprio quel gruppo di trulli che a lei piacevano tanto, tra le campagne di Alberobello, Mottola e Martina Franca erano in vendita, è stata galeotta. Decidere di tornare in Puglia, restaurare il borgo e aprirlo all’ospitalità sono stati i passi immediatamente successivi.

Le Dieci Porte

Questa la storia delle origini de Le Dieci porte, un piccolo borgo di trulli aperto all’ospitalità e ristrutturato mantenendo le sue caratteristiche di straordinario esempio di architettura spontanea.

Le Dieci Porte

Una piccola porta incastonata nell’alto muro di cinta introduce a un’antica corte dove si affacciano tutti gli alloggi ricavati nel vecchio forno, nel “palmento”, nel granaio e nelle stalle. Arrivando si avvertono subito la pace e la poesia del luogo, immaginando il nucleo operoso che lo ha abitato nel passato: sembra quasi di entrare nella Lilliput de I viaggi di Gulliver in cui brulicavano minuscoli uomini alti solo venti centimetri.

E la sera mentre tutto è immerso nel buio, le lucine tra i trulli rendono l’atmosfera incantata e si parla piano non tanto per non disturbare gli altri ospiti ma per timore di rompere l’incantesimo.

Le Dieci Porte

La campagna intorno al  borgo richiama l’aspetto bucolico della Valle d’Itria ma con connotati più “selvaggi”, tipici delle macchie e dei boschi che si inoltrano nel territorio della vicina Mottola e del primo gradino della Murgia su cui sorge Noci. Abbiamo passeggiato tra gli alberi di noci, la macchia mediterranea e i pascoli godendo degli ampi panorami in cui le uniche tracce “umane” sono i piccoli coni dei trulli utilizzati come depositi per gli attrezzi agricoli e le grandi masserie dalle spesse mura tra le quali spesso spuntano i mantelli scuri dei simpaticissimi asini di Martina Franca.

Guardandoci intorno comprendiamo perfettamente il desiderio di Stella di vivere qui con la sua famiglia per un ritorno alla bellezza della semplicità.

Le Dieci Porte

Perché qui a Le Dieci Porte i trulli trasformati in camere di charme da prenotare per un weekend o più per scoprire il fascino antico di questo territorio promettono proprio questo: una eleganza che vuol dire semplicità e che a sua volta promette un relax country-chic.

Le Dieci Porte

Nel piccolo borgo è stata preservata la storia del luogo: le chianche, la vasca del palmento al centro della corte arricchita con angoli di piacevole ozio o per le chiacchiere all’aperto, un delizioso barbecue a disposizione degli ospiti. Insomma un ambiente perfetto per una romantica fuga a due, lontani dalla città, tra momenti di relax e passeggiate nella natura.

Dormire nel trullo ci ha regalato come sempre la sensazione di essere protetti da un candido bozzolo. Ma qui Stella e Christophe hanno voluto creare un’atmosfera ibrida tra le loro due anime, quella pugliese e quella francese.

Le Dieci Porte

Nei sei ambienti, ricavati nei trulli concatenati del borgo, uno diverso dall’altro, tutto è curato nei minimi dettagli, eppure sembra così familiare. Gli oggetti d’arredo sono pochi e semplicissimi, mentre l’atmosfera d’insieme è delineata soprattutto dalla forza degli elementi architettonici come nicchie e rientranze.

Le Dieci Porte

Al mattino la colazione all’aperto regala profumi e sapori genuini: i latticini e i salumi locali come il capocollo provengono da una vicina masseria, le marmellate e le torte sono fatte in casa. Il momento è ideale per chiacchierare con Stella e Christophe che sono prodighi di consigli su cosa visitare in zona e dove andare a mangiare un boccone a base di cibo locale e tradizionale.

Le Dieci Porte

La gentilezza e la disponibilità sono sicuramente un valore aggiunto a un soggiorno che assicura tanto relax in un’oasi lontano dal mondo, in un rifugio per vacanze e interminabili weekend in libertà. Che qui godono anche i nostri amici a quattro zampe, che sono i benvenuti.

Le Dieci Porte
Contrada Appiccia, S.p. 78-55 Alberobello-Mottola, Martina Franca (Ta)
Info: +39 338 9866964
www.ledieciporte.comwww.livingtrulli.cominfo@livingtrulli.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here