Solaika Marrocco

La quarta proposta per Buongusto a casa, pronta per essere replicata nella propria cucina, ce la fornisce la giovane e talentuosa Solaika Marrocco, di stanza a Lecce come capo della brigata di cucina di Primo Restaurant.

Chi è

Solaika Marrocco, classe 95, è a capo da quattro anni della brigata di cucina di Primo Restaurant in Lecce. La più giovane Ambasciatrice del gusto dell’associazione omonima, ancor prima, nel 2017 a soli 22 anni, grazie a tecnica e passione, conquista il Premio Birra Moretti Gran Cru, con un piatto diventato signature della sua cucina: i Turcinieddhi glassati alla birra, marmellata di cipolla all’arancia, critmi in tempura e infuso di luppolo.

Dal 2018 ha un posto di diritto nell’Atelier des Grandes Dames de la Maison de Champagne Veuve Clicquot, perché espressione e testimone dell’alta ristorazione al femminile, portata avanti con carattere, sensibilità e lungimiranza.

Nello sguardo le brilla un doppio lampo di ambizione e lucidità, insieme alla consapevolezza che lo status d’esser cresciuta professionalmente senza ‘maestri’ le conferisce una grande libertà di manovra. Tanta determinazione quindi in un territorio come la Puglia, in cui la cucina d’autore ha non poche difficoltà nell’attecchire.

Definisce la sua una cucina diretta e concisa, nonché molto rispettosa della materia prima. Ricerca e ottiene armonia ed equilibrio nei piatti che propone. “La mia cucina è emozione e racconto: costruisco senza pormi limiti, ma partendo sicuramente da sapori, gestualità e riti che conosco da quando ero bambina”.

La ricetta: Spaghettone Benedetto Cavalieri, datterino giallo, origano e peperoncino caramellato

Ingredienti per 4 persone:

300 gr spaghettone Benedetto Cavalieri
250 gr datterino giallo
2-3 foglie di basilico fresco
olio evo, sale, origano qb
2 peperoncini rossi

Procedimento:

Per la salsa di datterino

Lavare e pulire i datterini, rosolare a fiamma alta con basilico, sale e olio. Dopo averli fatti rosolare abbastanza, abbassare la fiamma e lasciare cuocere senza aggiungere acqua. Terminata la cottura, frullarli e setacciarli tenendo lo scarto da parte.

Per la polvere di datterino

Stendere su carta forno le bucce tenute da parte precedentemente, essiccare in forno a 50/60 gradi per un paio di ore.

Per il peperoncino caramellato

Pulire il peperoncino dai semi e preparare un caramello. Immergerci il peperoncino per un paio di secondi e lasciarlo poi asciugare in modo da farlo diventare croccante, infine tritarlo.

Mettere a bollire dell’acqua e cuocere lo spaghettone per 15/16 minuti. Terminare la cottura nella salsa di pomodoro. Impiattare in piatto piano riproponendo un nido, completare con della salsa di datterino e le polveri di pomodoro, origano e peperoncino caramellato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here