Bregovic chiude il Ghironda Summer Festival di Ostuni

0
34

Chiusura col botto per il Ghironda Summer Festival. Sabato 27 agosto, ad Ostuni, Goran Bregovic porta in piazza Libertà (ore 22, ingresso libero) i ritmi esplosivi della musica balcanica con una grande festa in musica all’insegna della «disciplina» e della «follia», le due anime dell’artista serbo, convinto – però – che questa schizofrenia appartenga a tutto il genere umano. Ed è un po’ questo il senso del progetto live che Bregovic presenta nella città bianca per lo «special event» del Ghironda Summer Festival in concomitanza con la festa del santo patrono.

Il musicista di Sarajevo sarà accompagnato dalla sua storica formazione, la Wedding & Funeral Band, con cui spazierà dai grandi successi alle musiche degli album più recenti («Alkohol» e «Champagne for Gypsies») e anticiperà qualcosa del prossimo disco. Inoltre, prima di prima di salire sul palco, Bregovic parlerà di multiculturalità e dialogo tra i popoli in un incontro-conferenza stampa in programma alle ore 18 al LullaBay Beach, in località Pilone. Il caporedattore del Tgr Puglia, Attilio Romita, modererà gli interventi di Bregovic, del sindaco di Ostuni, Gianfranco Coppola, dell’assessore Nicola Maffei e del presidente della Ghironda, Giovanni Marangi

All’interno di un festival che da vent’anni s’ispira ai temi della comprensione, quello di Bregovic sarà un concerto ispirato all’incontro tra culture. Lo stesso di cui l’artista slavo parla in «Champagne for Gypsies», «un disco da bere e ballare» prodotto in collaborazione con i Gipsy Kings ed i Gogol Bordello e dedicato ai gitani, popolo che ha lasciato tracce ovunque nella nostra cultura e che considera l’Italia il Paese dell’accoglienza. «Non a caso in Europa qualsiasi zingaro sa parlare la vostra lingua», racconta il «gitano in frac» che ha fatto esplodere su scala planetaria l’interesse per la musica balcanica, i suoi ritmi forsennati e le sue sonorità esplosive.

Diventato internazionalmente celebre per le colonne sonore dei film di Emir Kusturica («Il tempo dei gitani», «Underground» e altri ancora), dopo essersi affermato nel suo Paese (l’allora Jugoslavia) con il gruppo rock Bijelo Dugme, Bregovic nel tempo ha indossato i panni dell’artista capace di incrociare culture e popoli diversi, uniti da una musica di matrice balcanica fortemente contaminata con altri generi e suonata in modo assolutamente travolgente dalla Wedding and Funeral Band.

Info www.laghironda.it – +39.080.430.11.50.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here