Natura e storia sui binari di Puglia con Serapia

0
60
gravina-di-castellaneta

Quello di sabato mattina 2 aprile alle 10,00 è il primo di diversi appuntamenti primaverili che la cooperativa Serapia propone per conoscere il ricco patrimonio di orchidee selvatiche pugliesi. Partendo da contrada San Simone, nei pressi di Crispiano, verrà raggiunto un antico tratturo erboso dove tra verdi pascoli, seminativi ed oliveti, già ai princìpi di aprile, sono in fiore almeno 12 specie di orchidee, dalle più comuni Barlia robertiana, specie che si contraddistingue per l’intenso profumo di vaniglia, e Ophrys bombyliflora, detta volgarmente “a fior di bombo”, alle più rare e ricercate Ophrys tarentina, quest’ultima tipica dell’area prossima a Taranto, e Serapias apulica, specie esclusiva del territorio pugliese.

Oltre ad apprezzarne la bellezza, verrà sottolineata la delicata ecologia delle orchidee spontanee e la loro importanza conservazionistica.
Info e dettagli
La passeggiata, di bassa difficoltà e lunga circa 2,5 km, concluderà alle ore 13.00.
Si consiglia di indossare scarpe comode e di portare la fotocamera.
Appuntamento ore 10.00 a Santa Maria del Carmine di contrada San Simone, a Crispiano, facilmente raggiungibile dalla S.P. 48 Crispiano – Grottaglie (N 40° 36.888′ – E 17° 16.165′).
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona (3 euro i bambini fino a 10 anni). Per ogni coppia di adulti, un bambino fino a 10 anni partecipa gratuitamente.

Nel pomeriggio del sabato la meta è invece la gravina di Riggio, un canyon naturale caratterizzato da una lussureggiante e variegata macchia mediterranea e da pareti calcaree e calcarenitiche nelle quali sono stati ricavati insediamenti rupestri in periodo medievale. Si inserisce nel più ampio Parco Naturale Regionale “Terra delle Gravine” che si estende da San Marzano di San Giuseppe a Ginosa, in diretta continuità ecologica ed ambientale con la gravina di Matera.

Il percorso, lungo circa 3,5 km e di media difficoltà, si sviluppa sul ciglio e sul fondo della gravina, tra olivi secolari monumentali e i profumi del timo, del rosmarino e del mirto, fino a raggiungere le case grotta scavate direttamente nella roccia, la chiesa rupestre che conserva affreschi di santi e di scene bibliche in stile bizantino e una singolare “farmacia”, tra scenografici panorami e i voli di eleganti corvi imperiali.
Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe da trekking, e di portare la fotocamera.
Info e dettagli
Appuntamento sabato 2 aprile alle ore 16.00 in piazza IV Novembre a Grottaglie (N 40°32,152’ E 17°25,529’). L’escursione si concluderà alle ore 19.00.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona (3 euro i bambini da 6 a 10 anni). Per ogni coppia di adulti un bambino fino a 10 anni partecipa gratuitamente.

Domenica 3 aprile la passeggiata proposta da cooperativa Serapia seguirà la ferrovia delle gravine. Partendo dal suggestivo santuario di Santa Maria del Pesco, mirabilmente edificato sul ciglio dell’imponente gravina di Castellaneta, si esplorerà la campagna muovendosi lungo le traversine di un tratto dismesso della ferrovia Bari – Taranto, attraverso un paesaggio morbido fatto di verdi pascoli e seminativi. Di tanto in tanto inaspettatamente interrotto dalla natura selvaggia delle gravine come quella di Castellaneta, la seconda più grande nel Parco Terra delle Gravine dopo quella di Laterza.
Si potranno ammirare i voli di poiane, gheppi e albanelle, affacciandosi sui suggestivi ponti in pietra degli Anni Trenta che sovrastano le gravine e i fossati, respirando il profumo dei fiori delicatamente accarezzati dal leggero vento primaverile. Il pranzo al sacco verrà consumato lungo l ferrovia.

Poi si attraverserà il centro storico di Castellaneta, tra i voli di decine di grillaio giunti dall’Africa per nidificare sotto i coppi, si visiterà la chiesa di San Francesco d’Assisi, ricca di originali altari lignei e il santuario di Santa Maria del Pesco, edificato tra il XII e il XIII secolo e che presenta interessanti decorazioni architettoniche tipiche del romanico pugliese, dal rosone centrale al portale con simboliche figure animali.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con la Pro Loco di Castellaneta in occasione della 9° Giornata Nazionale delle Ferrovie Dismesse.
Info e dettagli
Appuntamento ore 10.00 davanti al santuario di S. Maria Assunta a Castellaneta (​N 40°37,440’- E 16°56,547’).
L’iniziativa si concluderà alle ore 17.30 circa.
Il percorso è lungo circa 11 km ed è di bassa difficoltà.
Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe da trekking.
Il pranzo al sacco è a carico dei partecipanti.
La quota di partecipazione è di 9 euro (4 euro per i bambini fino a 10 anni). Per ogni coppia di adulti un bambino fino a 10 anni partecipa gratuitamente.
Per tutte le passeggiate è preferibile la prenotazione, on line sul sito www.cooperativaserapia.it oppure telefonando al 366 5999514.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here