Conoscete le friulane o furlane? Prima di raccontare l’origine di queste scarpe dalla storia antica, dobbiamo sottolineare che ne parliamo adesso in #Stilinviaggio perché in un periodo in cui è necessario rimanere in casa, le friulane rappresentano le calzature ideali per sentirsi comode e allo stesso tempo chic anche tra le pareti della propria dimora.

Babbucce comode e chic

Dette anche scarpets o papusse sono le babbucce che per secoli in Friuli le donne hanno confezionato utilizzando il poco che avevano a disposizione. Erano infatti realizzate per lo più con materiali poveri e di scarto: la suola era ricavata da vecchi copertoni di biciclette, le imbottiture interne da sacchi di juta usati per trasportare sementi e granaglie, le tomaie erano ritagli di stoffa e scampoli di tessuto.

friulane

Considerate le scarpe della festa, venivano indossate la domenica e dalle spose nel giorno delle nozze e ogni zona aveva la sua nota distintiva, che poteva essere una cucitura, un ricamo, un decoro o la forma della punta.

gondola

Quando dalle montagne del Friuli giunsero a Venezia divennero le calzature dei gondolieri della Serenissima perché la suola antiscivolo non rovinava la vernice delle preziose imbarcazioni. Si racconta che poco dopo le adottarono anche i nobili, perché permettevano loro di sgattaiolare, leggeri e senza far alcun rumore, verso le stanze delle loro amanti.

Le Friulane non sono mai state delle semplici pantofole, insomma. E a me sono sempre piaciute tantissimo! Leggere e comode quando sono in viaggio, ma ideali anche ora che siamo costretti in casa: basse e silenziose, sono molto più eleganti di semplici pianelle.

friulane

Le mie prime friulane erano in velluto liscio bordeaux e le ho acquistate più di venti anni fa a Cortina d’Ampezzo. Da allora non ho potuto più farne a meno! Le ultime? Le ho comperate a Venezia a metà settembre dello scorso anno: Le Papù di Parutto Calzature.

Le ho scelte in morbido velluto e in una solare nuance arancio, per anticipare l’autunno e allo stesso tempo conservare ancora i caldi colori dell’estate, e come piacciono a me: con la punta lievemente arrotondata che garantisce un tocco di contemporaneità al modello più tradizionale. Con cosa le abbino? In viaggio mi piace indossarle sotto pantaloni morbidi e camicioni di lino con sciarpe in seta che ne richiamino il colore. A casa… con tutto: dal pigiama alla gonna in seta.

Ma c’è anche la possibilità di ordinarle e acquistarle su Internet. Tra i vari shop online ho scelto quello del brand Creazioni Fratta non solo perché le loro furlane sono di ottima qualità sia nella materia prima che nella manifattura, ma anche perché narra una storia di tradizione pantofolaia famigliare lunga tre generazioni che nasce nel 1983. Nel loro negozio online si possono acquistare le vere Furlane in quanto l’azienda è una delle poche rimaste nel territorio di San Daniele del Friuli che se ora è conosciuto soprattutto per il suo prelibato prosciutto, per più di un secolo ha fatto dell’arte pantofolaia una sua punta di diamante. Il nome, Creazioni Fratta, rende omaggio alla Chiesetta della Fratta, un piccolo scrigno sacro molto amato dai sandanielesi sin dal lontano 1300.

friulane

Mentre oggi lo stesso nome, legato alla tradizione popolare e al territorio, è sinonimo di manualità e di alta artigianalità che permettono di confezionare prodotti di grande qualità. Le Friulane o Furlane di Creazioni Fratta hanno le caratteristiche durevoli di quelle di un tempo ma sono riproposte rinnovate e al passo con i tempi, abbracciando nei vari modelli quella versatilità che le hanno portate fino ai giorni nostri.

friulane

Le calzature Creazioni Fratta possono essere anche ordinate su misura, scegliendo i materiali e i tanti modelli proposti, a cui la lavorazione artigianale dona eleganza e raffinatezza. Quali ho scelto io? Il modello più classico che avvolge naturalmente il piede in due colori “polverosi” che mi piacciono moltissimo e sono il must di stagione: rosa antico e carta da zucchero. E sono convinta che gli abbinamenti, in casa e fuori, saranno facili e al tempo stesso ricercati, eleganti e chic.

Classiche e moderne al tempo stesso, le friulane hanno mantenuto nei secoli la loro forma e il loro stile. E oggi il loro valore aggiunto è dato sia dal mood totally green che le contraddistingue sin dalla nascita, che dal fatto che continuano a essere cucite a mano.

Ancora oggi le papusse sono confezionate artigianalmente e continuano a non avere una destra e una sinistra: una volta calzate prendono la forma del piede che le indossa. E soprattutto continuano a rappresentare una scelta di stile sofisticata che completa ogni outfit. Si possono portare con il tallone sollevato o abbassato, si possono scegliere in classico velluto ma anche in lino, broccato, tessuti ricamati, decorati o anche riciclati. E si possono abbinare ai jeans, all’abito da sera oppure sfoggiare in spiaggia, in viaggio, in casa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here