Tra natura e bioagricoltura

0
45
ponte-acquedotto-pugliese

La Cooperativa Serapia propone due belle passeggiate tra natura e bioagricoltura per i prossimi sabato e domenica. Sabato 12 dicembre presso i Giardini della Grata di Ostuni. L’appuntamento è alle ore 9:30 per un’immersione tra i colori e i profumi dell’orto invernale a due passi dalla Città Bianca.
Nella scenografica posizione tra le case della Città Bianca aggrappate alla collina e la piana olivetata che degrada verso il mare, si svlogerà la passeggiata nella tavolozza dei colori invernali dell’orto, tra cavoli, rape, cicorie, cavolfiori ed erbe aromatiche, lungo antiche canalette, costruite per regimare sapientemente la mena delle acque piovane e per raccoglierle nelle profonde cisterne sparse tra i terrazzamenti.


Verranno così esplorati “I Giardini della Grata”, orti storici di Ostuni, condotti in biologico dalla coop. Solequo. Questi insoliti giardini sono, tra l’altro, di estremo interesse archeologico in quanto sorgono nell’area in cui si sviluppò il villaggio messapico che diede origine a Ostuni.
Sarà anche l’occasione per scoprire le tecniche per coltivare l’orto con metodi sostenibili, dall’impiego di fertilizzanti naturali, all’utilizzo di soluzioni estratti dalle piante per combattere i parassiti, alla pacciamatura con materiale biodegradabile.
La passeggiata, guidata dalle cooperative Serapia e Solequo, si inserisce nel progetto TRA NATURA E BIOAGRICOLTURA: UN MONDO DI BIODIVERSITA’ del Centro di Educazione Ambientale di Ostuni, CEA “Il Ginepro”.
Il progetto, che coinvolge le scuole primarie e secondarie di Ostuni e la comunità locale, è finalizzato alla diffusione dei principi della tutela della biodiversità agraria e di quella naturale attraverso la conoscenza del Parco delle Dune Costiere e delle aziende agricole ostunesi condotte con metodi di agricoltura biologica.
Sono previsti 2 turni di 1 ora e mezza ciascuno.
Appuntamento ore 9.30 oppure 11.00 presso i Giardini della Grata di Ostuni (N 40°43,953′ – E 17°34,909′).
Partecipazione gratuita. Posti limitati.
E’ preferibile la prenotazione, on line sul sito www.cooperativaserapia.it  o telefonando al 3​66 5999514, specificando il turno di partecipazione.

Per domenica 13 invece l’appuntamento è con il trekking panoramico sui ponti dell’Acquedotto Pugliese, lungo poco più di 6 chilometri,che  inizia da Masseria Laire, nella graziosa contrada alberobellese di Coreggia, e guida il visitatore alla scoperta di uno tra i tratti più selvaggi del lunghissimo Acquedotto Pugliese, maestosa opera idraulica realizzata agli inizi del ‘900.
Camminando si incontrano ben 4 ponti, di cui il più impressionante per altezza è il ponte di Monte Tondo. Di là si resta affascinati da ampi spazi panoramici sul Canale di Pirro e sulle gravine della Selva di Fasano, il Minareto e i fragni di Cocolicchio e Vitamara.
Dopo aver consentito a tutti di scoprire questo piccolo angolo di natura incontaminata, nella seconda parte il percorso intercetta stradine di campagna, tra ulivi, vigneti e trulli, portando a diretto contatto con il paesaggio agricolo tipico di Alberobello e Coreggia.
La visita si concluderà alle ore 13.00.
Quota di partecipazione di 6 euro a persona (3 euro i bambini da 6 a 10 anni).
Appuntamento alle ore 9,30 presso Agriturismo Laire, Coreggia (Alberobello) (coordinate gps: 40.811413 N, 17.269507 E)
E’ preferibile la prenotazione, on line o telefonando al 3​28 6474719.
Si consiglia di rimanere a pranzo presso l’Agriturismo Laire, dove Giovanni e la sua famiglia saranno lieti di preparare il classico menu domenicale con i loro prodotti aziendali. Per info e prenotazioni per il pranzo contattare direttamente il 080 4324702.