Guidebook

noi

 

Noi, Arturo e il nostro blog

Guarda la gallery

Vogliamo parlarvi di quindici anni di viaggi insieme: noi con il nostro amatissimo Arturo, un meraviglioso Golden Retriever. E lo facciamo oggi perché proprio in questa giornata, il 17 ottobre, compie 15 anni. E vogliamo raccontarvi anche di come è nata l’idea di creare un blog che narra le nostre esperienze di viaggio presenti e future con un occhio a quelle passate. Abbiamo cominciato i nostri giri con Arturo per l’Italia e per l’Europa molto presto, ma il suo primo viaggio in assoluto è stato quello che lo ha condotto dalla Toscana, dove vivono i suoi “primi” genitori, fino in Puglia a trovare noi: la sua “mamma” e il suo “papà” definitivi. Poi la capitale, Roma, con i suoi primi giri al guinzaglio e le sue prime pipì nei parchi… E, ancora, la neve a Cortina d’Ampezzo, in cui ancora oggi ama tuffarsi e rotolarsi e conosciuta, paradossalmente dato che viviamo a sette chilometri dalla costa adriatica, prima del mare.

Una galleria di ricordi, fissati dai fotogrammi a corredo di questo post, che non ci abbandoneranno mai. Un sacco di aneddoti da raccontare, di belle storie da ricordare. Che non sono ancora finite, dato che al termine di ogni viaggio, tutti nessuno escluso, non mancano mai di salutare Arturo! Come quella volta a Roma, una delle tante che ci siamo tornati con lui, quando l’intero staff di un noto albergo su Via Veneto alla nostra partenza scese nella hall a salutarlo: tutti in fila come si fa con un generale!!!

E quindi il nostro blog nasce da qui, dal desiderio di condividere questi racconti, magari facilitando la vita e il viaggio, con i nostri consigli, a chi decide di non rinunciare a portare con sé il proprio “peloso”. Noi non lo abbiamo mai fatto, tranne quando abbiamo dovuto prendere un aereo. Sarebbe un’inutile tortura far viaggiare il proprio cane nella stiva, per cui abbiamo limitato i nostri tour a lungo raggio, seguendo un modo di viaggiare lento e aggiungendo ai nostri giri tra chiese e musei anche parchi cittadini oppure passeggiate tra boschi e campagne. Ma Arturo si è ben adattato a tutto, anche a essere lasciato “parcheggiato” presso le biglietterie dei musei. E alla fine della visita, la maggior parte delle volte, non volevano restituircelo: diventava un’attrazione anche lui!

Allora nel blog vi raccontiamo della bellezza e della poesia che nascono dall’incontro con un quattrozampe e di quanto, con un po’ di organizzazione, non sia difficile viaggiare con loro. Da parte sua Arturo dà i suoi giudizi alle strutture ricettive riservando i suoi 5 ossi, il massimo punteggio, a chi, oltre a spazi e accortezze, gli regala una coccola in più. L’appuntamento è ogni settimana con le rubriche e i post di Città Meridiane. Siete pronti a seguirci?