La 625ª edizione del Carnevale di Putignano, il più lungo e longevo d’Europa, quest’anno inizia il 17 febbraio e finisce il 5 marzo, Martedì grasso, con il Funerale del Carnevale. I Giganti di Cartapesta creati dalle sapienti mani dei sette maestri cartapestai sfileranno per il corso di Putignano il 17 e 24 febbraio e poi il 3 e 5 marzo.

Il Carnevale a Putignano non è solo cartapesta, ma tanto altro. Tutti i dettagli, i bozzetti dei carri, e il programma delle attività che la Fondazione ha messo a punto per questa grande edizione dedicata al tema “Satira e libertà” li trovate al link che segue:

https://we.tl/t-3KRadQyXit

Riportiamo qui di seguito le dichiarazioni rilasciate nella conferenza stampa di presentazione del Carnevale di Putignano svoltasi ieri a Bari.

Il sindaco di Putignano Domenico Giannandrea ha parlato del Carnevale come un’esperienza a 360°, sottolineando che all’amministrazione comunale restano le incombenze meno romantiche, come la dotazione economica e soprattutto il garantire la sicurezza per tutti quelli che partecipano al grande evento.
Un aspetto che non va assolutamente sottovalutato soprattutto dopo quello che è successo a Torino. Quindi tutti gli amministratori e i comuni sono sottoposti a stress quando ci sono grandi eventi, soprattutto all’aperto. E il Carnevale certamente lo è. L’ordine pubblico e la sicurezza sono una garanzia da assicurare al massimo delle possibilità, per rendere il Carnevale fruibile a tutti dai più giovani ai meno giovani, dai disabili a chi viene accompagnato dal suo cagnolino.

Emanuela Elba, assessore alla Cultura del Comune di Putignano, ha aggiunto che il Carnevale si rivolge tanto ai turisti che ai cittadini di Putignano, che ne sono una parte integrante. Dice: “Il Carnevale a Putignano ce l’abbiamo nel sangue e significa vivere in un lungo periodo di festa ed euforia. Da due anni concentriamo le nostre attività nel Museo che ha il compito, quest’anno, di essere un attrattore culturale a tutti gli effetti, con all’interno una nuova ala allestita per esser fruita da un pubblico vasto. E quest’anno si rivolge anche agli amici a quattro zampe con percorsi di visita della città per chi viaggia con i propri pets. Non mancheranno poi naturalmente “i giovedì” con le loro tradizioni. L’invito è per venire a scoprire Putignano, le sue bellezze, il suo territorio e il Carnevale”.

viaggio

E, aggiungiamo, saremo proprio noi di Città Meridiane a tracciare un percorso di Putignano e dintorni con itinerari adatti a chi come noi viaggia con il suo cane.

Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale, ha definito il Carnevale di Putignano come il più robusto tra quelli pugliesi, nonché uno straordinario strumento di promozione del territorio, non solo della città, ma di tutta la Puglia.
Il tema di quest’anno, “Satira è libertà” è rilevante, così come è rilevante l’impegno dell’amministrazione comunale e della Fondazione. L’assessorato, inoltre, si impegna a evidenziare l’evento come uno di punta nella destagionalizzazione del turismo e non si limita a celebrare il singolo evento, ma promuove le attività tutto l’anno, utilizzando i materiali dei maestri cartapestai per le opere liriche del Petruzzelli e per le manifestazioni della Fòcara di Novoli: c’è una attività di rete tra le fondazioni partecipate dalla Regione, che fanno squadra per far maturare la rete delle collaborazioni e per lo scambio di competenze tra fondazioni e enti.

La confernze si è chiusa con gli interventi di Giampaolo Loperfido, presidente Fondazione Carnevale di Putignano, e Aldo Patruno. Il primo ha evidenziato il programma particolarmente lungo quest’anno per il Carnevale che è iniziato il 26 dicembre con le Propaggini e terminerà il 5 marzo con tantissimi appuntamenti realizzati anche in collaborazione con le realtà che quotidianamente operano sul territorio. Importante anche quella con le Ferrovie Sud Est che garantisce anche modalità di trasporto sostenibili e continue con collegamenti da Bari e Martina Franca, bus e treni straordinari. Quest’anno il tema è la libertà, per cui i carri allegorici hanno per protagonisti i muri che si abbattono, una libertà che viene negata, va contro il conservatorismo e incontro alla diversità come divertimento. Il Carnevale è un momento di libertà assoluta e pazzia. E da qui nasce anche l’irriverente campagna di comunicazione, sviluppata quest’anno dall’agenzia Traipler.com e che parte dall’assunto che è il momento di riprendersi la libertà anche a rischio di sembrare folli, perché la pazzia è la vera libertà.

Patruno ha invece posto l’accento sulla forte integrazione tra le Fondazioni e gli Enti Partecipati dalla Regione, insieme a Teatro Pubblico Pugliese, Puglia Promozione e Apulia Film Commission. Integrazione che sta producendo risultati straordinari e importanti. Un punto di partenza in cui gli attori coinvolti iniziano a mettere a fattor comune le proprie eccellenze, il proprio patrimonio di esperienze, di attività, di azioni, di programmazioni. Ma, soprattutto, questa rete è uno stimolo affinché anche gli operatori privati della cultura, del turismo e dello spettacolo entrino a far parte di questa rete integrata. In modo che il Sistema Puglia sia rappresentativo della destinazione 365 giorno all’anno.

In quest’ottica, il Carnevale non può essere slegato dal resto della città. Pensiamo alla ricollocazione della collezione “Giuseppe Albano” al Museo Palazzo del Principe, recuperato, restaurato e rimesso a disposizione della cittadinanza, con una serie di contenuti culturali di qualità, valorizzando la storia, le eccellenze, il patrimonio culturale materiale e immateriale straordinario di Putignano. Tutto questo riesce nell’intento di fare sistema, di far diventare l’evento Carnevale promozione della destinazione. Occorre adesso che quel sistema della cartapesta possa diventare una occasione ulteriore di promozione e valorizzazione del territorio di Putignano, della città metropolitana, della Regione Puglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here