Segreti itinerari tra campagna e mare

0
50
Coop. Serapia

Memo Remigi nel 1965 cantava così: “Sapessi com’è strano sentirsi innamorati a Milano…”. Parafrasando la canzone mi è venuto in mente che può essere ugualmente strano guardare con occhi diversi, quelli del turista, luoghi che conosci da sempre e addirittura posti in cui hai trascorso la tua infanzia!

Ma basta armarsi di disposizione alla meraviglia anche verso ciò che sembra scontato e che fino a quel momento è stato guardato con superficialità dettata dall’abitudine. Lo abbiamo fatto con la complicità della Cooperativa Serapia, che prende il suo nome da Serapide, l’antica divinità egizia della fertilità, ma anche da Serapias apulica, una piccola orchidea selvatica endemica del territorio pugliese. Obiettivo di questa cooperativa è, infatti, la conoscenza, la tutela e la valorizzazione del patrimonio naturalistico, ambientale, storico, artistico e culturale pugliese, soprattutto di quello ricompreso nelle aree del Parco delle Dune Costiere, della Valle d’Itria, del Bosco delle Pianelle e del Parco Terra delle Gravine. Tra tutte le attività della cooperativa presieduta dall’intraprendente Pietro Chiatante, abbiamo scelto di prendere parte alla Passeggiata per la conoscenza dei pipistrelli, organizzata in collaborazione con il Gruppo Italiano Ricerche Chirotteri. Dal tardo pomeriggio al tramonto, in gruppo, siamo andati alla scoperta del misterioso mondo dei pipistrelli, tra le campagne di Martina Franca e Villa Castelli fino a raggiungere, in contrada Specchia Tarantina, l’imbocco della grotta di Nove Casedde, ampia cavità carsica naturale che ospita un’importante colonia di chirotteri di varie specie. Nel mondo ci sono 1300 specie di pipistrelli, mentre in Italia se ne contano 34, divise principalmente in tre grandi gruppi: quelle cavernicole, quelle che vivono negli alberi e le nottole. Durante la passeggiata, l’esperto chirotterologo Pier Paolo De Pasquale, ha illustrato le abitudini di vita, la biologia e le strategie di conservazione dei pipistrelli anche attraverso l’impiego di bat box che possono rilevarsi importanti rifugi per lo svernamento o per la riproduzione. E ha sottolineato l’importanza dei chirotteri, termine che deriva dal greco e significa animali dalle mani alate, come bioindicatori per l’ambiente. Per questo è necessario rispettarli e preservarli: i pipistrelli si nutrono di insetti, cavallette, scarabei ma soprattutto zanzare, e si riproducono una sola volta all’anno dando alla luce uno o massimo due cuccioli. Giunti alla grotta, l’esperto ha poi potuto individuare i pipistrelli in uscita dalle viscere della terra attraverso il bat detector, strumento che traduce gli ultrasuoni emessi dai chirotteri in suoni di frequenze udibili dall’orecchio umano. E’ bastato attendere l’oscurità per vedere frotte di pipistrelli uscire in voli radenti tra gli alberi: uno spettacolo reso ancor più suggestivo dalla campagna circostante costituita da un paesaggio cosiddetto “a mosaico” costituito da oliveti, ma anche da piccoli boschi di fragno e macchia mediterranea.

Un’altra esperienza interessante è stata quella della serata “Dalla stalla alle stelle”, in cui, dopo la degustazione di formaggi freschi e stagionati e altri prodotti locali presso l’azienda La Stalla, siamo stati ospiti del B&B Trulli Gallo Rosso dove l’astrofila Mimma Colella ci ha condotti in un’appassionante “passeggiata stellare” alla scoperta di miti greci e romani legati alle costellazioni. Nonostante le nuvole e l’inquinamento visivo causato dalle luci artificiali, la lettura del cielo, tra scienza e mito, è stata molto coinvolgente e ha suscitato l’interesse e la curiosità di tutti i presenti che non si sono risparmiati domande all’esperta.

Per tutti coloro che incuriositi da queste esperienze volessero partecipare alle attività organizzate dalla Cooperativa Serapia, il programma di settembre prevede passeggiate con gli asini nelle campagne di Mottola e tra le erbe aromatiche della Gravina di Riggio in territorio di Grottaglie il sabato pomeriggio e la partecipazione alla vendemmia presso l’Agriturismo Masseria Ferri l’ultima domenica del mese. Non mancheranno gli appuntamenti con le escursioni e i laboratori creativi sulle spiagge del Parco Dune Costiere, le passeggiate nei boschi e in bicicletta lungo il tracciato del canale principale dell’Acquedotto Pugliese o tra gli ulivi delle masserie di Monopoli e le visite al centro storico di Martina Franca (il programma completo sul sito www.cooperativaserapia.it)

Info e prenotazioni eventi: +39 328 6474719 – +39 366 5999514 – info@cooperativaserapia.it