Borgo San Marco

Arturo: valutazione 5 ossi

Da lontano sembra un miraggio, un fermo immagine tratto dal film “Un tè nel deserto”. Ma invece che sorgere tra palme da dattero e sabbia, si erge su un mare argenteo di ulivi millenari: così appare Borgo San Marco, nelle campagne di Fasano a due passi dal mare. Quando ci si avvicina, da lontano, le bianche e alte mura con la torre con le caditoie e le torrette di guardia, danno l’impressione di difendere ancora oggi le coste pugliesi grazie agli avvistamenti e alle potenti flotte dei Cavalieri di Malta, gli antichi proprietari del borgo che apparteneva al Balì.

Il fascino del passato si respira in tutta la masseria, trasformata in raffinata struttura per l’ospitalità. Precedentemente e fin dal XII secolo quest’area fu abitata dai monaci bizantini che fondarono le prime comunità nelle grotte disseminate nella zona. Nella masseria è infatti presente una forte testimonianza di questo passato tra il grande locale in grotta in cui venivano prodotti olio e formaggio, la chiesa con un importante affresco in cui sono rappresentati il Cristo Pantocratore e i Santi Medici e le svariate celle in cui una cinquantina di monaci e contadini abitavano. Un salto di secoli ci conduce all’oggi e agli antenati degli attuali proprietari, gli Amati-Colucci, che acquistarono a cavallo tra il 600 e il 700 il borgo dai Cavalieri di Malta, insieme agli ottanta ettari che ancora oggi lo circondano con le imponenti presenze di piante secolari come ulivi e carrubi, contorte sculture vegetali, e fitta macchia mediterranea.

Chi transita qui oggi tra corti, profumati aranceti, passeggiate nel verde e nuotate in una piscina che sembra un laghetto naturale, sono i viaggiatori che apprezzano la quiete e la pace del luogo in cui è facile perdere memoria della vita frenetica che si svolge al di fuori delle alte mura. E tra i suoni della natura e i profumi inebrianti della limonaia, si può decidere di farsi cullare dalla dolcezza di un massaggio nell’area relax in cui ci sono anche hammam e idromassaggio caldo e freddo. Oppure, a cavallo di una mountain-bike, messa a disposizione gratuitamente dalla casa, pedalare per la tenuta tra ulivi e carrubi fino a raggiungere il mare che dista soltanto due chilometri.

Un paradiso per tutti, ma soprattutto per il nostro Arturo che ha potuto godere di questi grandi spazi, correndo felice tra l’erba alta, facendo amicizia con il “padrone” di casa a quattro zampe, il simpatico Armando. Anche lui, come noi, si è sentito accolto come a casa, in quelle dimore dal sapore nobile e antico delle famiglie di un tempo, con la governante, la cuoca, il custode-giardiniere e un servizio silenzioso, attento e garbato. Del resto non c’è masseria in Puglia che non rechi sui suoi muri la storia di un rapporto antico, di amore e rispetto fra l’uomo e la natura circostante, che regala pace e benessere anche a chi vi soggiorna.
La nostra camera? Situata al piano terra e affacciata sulla corte è davvero un sogno! Ampia, dalle tinte solari, dispone di una sala soggiorno con due comodi divanetti che all’occorrenza diventano due letti supplementari e una zona notte con il letto dall’aria un po’ orientale con zanzariera sospesa al soffitto e due piccoli vani destinati a bagno e a cabina armadio-spogliatoio.
Tutt’intorno tracce di storia che raccontano millenni, storie di fatica, spesso anche di sangue, che ancora aleggiano tra le vecchie mura e che ci insegnano a rispettare i luoghi pur godendone tutte le sfumature.

Borgo San Marco
Contrada Sant’Angelo 33, Fasano – Brindisi 
Info: +39 080 4395757 – +39 334 2002096 – +39 338 6130268
www.borgosanmarco.itinfo@borgosanmarco.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here