La seduta di make-up con Suzana Neziri, make-up artist diplomata presso “The London School of Make-up” a Londra, si è trasformata sin da subito in una vera e propria lezione di trucco!

Il make-up di Suzana Neziri

truccoDel resto non poteva essere diversamente: l’ho letteralmente sommersa di domande su quali prodotti e quali “strategie” di make-up avrebbe utilizzato sul mio viso. Lei pazientemente e senza mai distrarsi dal suo lavoro, non si è sottratta e mi ha spiegato passo passo i suoi gesti sottolineando come avrebbe utilizzato determinati prodotti sulla mia pelle, cominciando da una profonda pulizia del viso.

Per la skin care, fase preparatoria determinante per una migliore riuscita e tenuta del maquillage, Suzana preferisce la linea di prodotti Avène e infatti nel post sul suo blog relativo alla base per poter avere risultati eccezionali nel make-up, spiega come utilizzarli al meglio: http://suzmakeuplab.blogspot.it/2017/07/la-base-per-un-buon-make-up.html?spref=fb.

In questi giorni di grande caldo, poi, irrinunciabile l’acqua termale, in quanto non solo rinfresca e lenisce, ma aiuta anche a calmare i rossori causati dal leggero sfregamento dovuto alle precedenti manovre con amni e dischetti di cotone. Avène per me non è una scoperta ma una linea che conosco da tempo perché è quella che utilizzo quotidianamente sia d’inverno che d’estate per proteggere la mia pelle da uno dei nemici più temuti, il sole.

truccoE proprio le discromie sono le “emergenze” più visibili sul mio viso e quindi la mia prima richiesta a Suzana è stata proprio quella di mascherarle il più possibile.

La seconda richiesta vira invece sugli occhi: mi piace che l’attenzione venga catturata da questa parte del viso che spesso riesce a comunicare molto di più delle labbra.

In realtà mentre le parlo mi confessa che aveva già studiato il mio viso perché è sua abitudine utilizzare le face charts, fogli con le generalità delle modelle sui quali si può ricreare il make-up. Nel mio caso ha guardato le foto su Facebook per capire cosa andava messo in evidenza e come. Così insieme abbiamo scelto un look piuttosto naturale, per far risaltare gli occhi con ombretti luminosi e per uniformare l’incarnato, per finire con un look nude per le labbra.

trucco

Definito tutto, Suzana incomincia a lavorare sulla base per coprire le macchie. Nel frattempo mi spiega che ama la cosmetica dei “senza”, quella che predilige le materie naturali, meglio se purificate da sostanze indesiderate, dunque senza parabeni, siliconi, petrolati e anche cruelty free. Come non essere d’accordo con lei? Questa giovane donna, preparata e competente, ci piace sempre di più!

trucco

Mentre le fasi procedono, mi spiega che vuole puntare su un viso con una grande luminosità, con prodotti ad alta tenuta ma che allo stesso tempo non temano le temperature dell’estate per non provocare stress cutaneo. Per questo, mi dice, utilizzerà basi capaci di illuminare riducendo anche i segni di espressione, migliorando la grana e riducendo arrossamenti e discromie.

trucco

Quando le chiedo quali prodotti utilizza, mi risponde che in genere preferisce marchi stranieri, molti dei quali apprezzati già durante il corso frequentato a Londra. Tra questi mi nomina il brand inglese Illamasqua e le linee americane di cosmetici di alto livello Hourglass Cosmetics e Benefit, i prodotti professionali di Laura Mercier, quelli della mitica truccatrice americana Bobbi Brown e i “classici” MAC ed Esteé Lauder. Negli ultimi tempi è rimasta completamente affascinata dalla linea “Orgasm” di Nars, dal blush illuminante che ha usato anche su di me, agli illuminanti e ai lipstick, pronti a svelare l’essenza di ogni donna proprio come afferma il fondatore della casa cosmetica François Nars. Tra gli italiani sceglie quelli di NYX Professional Makeup creati nei laboratori di Firenze e i prodotti non testati sugli animali di Inglot, affinché anche la bellezza sia più consapevole.

trucco

Non solo. Suzana ci tiene a dirmi che le interessa molto specificare il fatto che utilizza scivoloni monouso per mascara, rossetti e gloss in modo da evitare la diffusione di eventuali batteri. E dopo l’uso di pennelli e altri prodotti non dimentica mai di detergerli con lo spray disinfettante di The Pro Hygiene Collection.

In attesa del risultato finale, già che ci siamo e si respira aria di vacanza, le chiedo quali sono secondo lei i prodotti indispensabili nella trousse da portarsi dietro per non rinunciare a essere belle anche in viaggio. Ideale per qualunque destinazione un beauty case leggero e poco ingombrante, ma con tutto l’occorrente per idratare viso e corpo e proteggerli dal sole, scegliendo mini formati e prodotti multifunzionali.

truccoI consigli di Suzana? Irrinunciabile una crema lenitiva per il viso che restituisce sollievo e benessere dopo una giornata di sole. Da non dimenticare le maschere, magari monouso, per aiutare la pelle a recuperare morbidezza, tono ed elasticità, e un burrocacao anti Uv. E per far durare di più il trucco durante la stagione più calda? Ricordatevi di tamponare bene le palpebre prima di stendere l’ombretto e usate un primer – suggerisce Suzana. Riguardo il make-up il consiglio è quello di puntare su un particolare: rossetto rosso sulle labbra oppure mascara e eyeliner nero sugli occhi. Entrambi donano un effetto immediato, cambiando il viso in un attimo. Le formule waterproof, poi, aiutano tutte coloro che non vogliono rinunciare al maquillage neanche quando fa molto caldo. Ultimo suggerimento? Un’acqua termale spray da nebulizzare che idrata, protegge e rinfresca sempre a portata di mano, è un vero toccasana.

trucco

E ora torniamo a noi. Il risultato della mia mezza giornata in compagnia di Suzana? Giudicatelo voi!

Suzana Neziri
http://suzmakeuplab.blogspot.it/
Info: +39 371 3510086 – susygd@hotmail.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here