mercoledì, Ottobre 5, 2022

7 luoghi nascosti da vedere a Roma

spot_imgspot_imgspot_img

 

7 luoghi nascosti da vedere nella capitale: se siete alla ricerca di posti nuovi da visitare a Roma, in questo articolo troverete alcuni luoghi curiosi, misteriosi e poco noti della città eterna. Per scoprirli, sbirciate la lista che abbiamo preparato per voi!
Ma prima di partire vi consigliamo di riporre valigie e zaini in uno dei numerosi depositi bagagli presenti a Roma per potervi godere le visite senza intralci. Quindi, leggeri e con scarpe comode, macchina fotografica alla mano e partiamo alla ricerca dei luoghi più segreti di Roma!

I 7 luoghi “segreti” di Roma

7 luoghi

La Casina delle Civette
Situata all’interno del parco di Villa Torlonia, nascosta da una collinetta artificiale, c’è un villino dall’aspetto fiabesco, si tratta della Casina delle Civette. Il suo nome deriva dalle decorazioni interne ed esterne a tema naturalistico e faunistico, tra cui naturalmente molte civette!

La villa fu realizzata per il principe Alessandro Torlonia ed aveva, in origine, un aspetto simile a un rifugio alpino. Con il passare del tempo però lo stile della struttura è mutato, in particolare quando il nipote del principe, Giovanni Torlonia, la fece modificare radicalmente tanto che acquisì la denominazione di “Villaggio Medioevale”. Giovanni era un uomo malinconico e poco socievole, non si sposò mai e la Casina diventò il suo rifugio personale, anche perché aveva affittato il suo palazzo, Villa Torlonia, nientepopodimeno che a Benito Mussolini.

Giovanni Torlonia era grande appassionato di simbologia esoterica, e pare sia proprio questo il motivo per cui scelse la civetta a decorazione del suo rifugio, simbolo di luce dopo il buio o della soluzione ad un problema. Oggi è un museo dedicato alle vetrate artistiche, fiore all’occhiello della villa.

Biglietto: € 6,00
INDIRIZZO: Villa Torlonia, Via Nomentana, 70, 00161 Roma
ORARI DI APERTURA: Dal martedì alla domenica ore 9.00-19.00

Prima di lasciare la zona, un’altra curiosità che vale la pena visitare è il bunker antiaereo di Villa Torlonia, a due passi dalla Casina delle Civette. Il bunker fu realizzato nel 1942-43 proprio per proteggere Benito Mussolini e la sua famiglia, ed è possibile visitarlo solo con una guida da prenotare in anticipo. Il costo dell’entrata è di €10.

Info: https://www.museivillatorlonia.it/it/casina_delle_civette/la_casina_delle_civette

7 luoghi

Antica Farmacia di Santa Maria della Scala
Nel cuore di Trastevere, al numero 23 di Piazza della Scala, c’è una farmacia molto speciale: si tratta di una delle più antiche farmacie di Roma, anche conosciuta come “spezieria”, perché proprio qui, in origine, l’ordine dei Carmelitani Scalzi coltivava e produceva le spezie per guarire i malati.
Al primo piano si trova una farmacia moderna, ma se salite al secondo piano, vi ritroverete catapultati in un luogo d’altri tempi, dove tutto è rimasto come allora. Mobili in legno, vetrine con i medicamenti, centinaia di vasi, alambicchi, pilloliere, albarelli, bilance e pozioni realizzate a mano dai frati carmelitani.

Qui potrete scoprire alcune “specialità” prodotte dalla farmacia, come l’acqua di melissa, l’acqua antipestilenziale e la famosa triaca (o teriaca), che contiene oltre cinquanta ingredienti diversi ed è considerata una soluzione magica capace di guarire tutti i mali!
Di una bellezza incredibile, la visita va assolutamente prenotata, ma non esiste un sito web e nemmeno degli orari di apertura fissi, quindi dovrete scrivere una mail oppure telefonare direttamente alla farmacia.

Email: anticafarmaciadellascala@gmail.com
Telefono: 06 5806233
INDIRIZZO: Piazza della Scala, 23, 00153 Roma

La Cripta dei Cappuccini
Nella elegante Via Veneto è situata la Chiesa dell’Immacolata Concezione, ma non è la chiesa il luogo di cui vogliamo parlarvi, bensì la sua Cripta. Quando parliamo di una Roma misteriosa, probabilmente questo luogo ne è l’emblema. Ma dobbiamo anticiparvi che la visita non è per tutti, se decidete di proseguire nella cripta, questa visita non vi lascerà indifferenti!

Entrate nella chiesa e dirigetevi verso la cripta, dove la dicitura all’ingresso anticipa ciò che andrete a vedere: “Quello che voi siete noi eravamo; quello che noi siamo voi sarete”.
Un luogo tetro e completamente decorato da ossa, scheletri e teschi dei defunti, per lo più di frati. Conta oltre 4.000 pezzi! La cripta è divisa in 5 cappelle e ognuna di queste è macabramente caratterizzata dall’uso prevalente di un tipo di ossa; la cappella delle tibie, dei teschi, dei bacini, dei tre scheletri e della resurrezione.

Questa cripta fu realizzata nel Settecento da un autore ignoto e, nonostante il richiamo costante a simboli legati alla morte, in realtà sembra che volesse trasmettere un messaggio di speranza e di vita eterna, considerando il corpo come mero insieme di ossa la cui sola funzione è quella di ospitare l’anima.

Biglietto: €8,50
INDIRIZZO: Via Vittorio Veneto 27, 00187 Roma
ORARI DI APERTURA: tutti i giorni, ore 10.00-19.00 con ultima entrata alle 18.30

Info: http://www.cappucciniviaveneto.it/

Museo delle Anime del Purgatorio
Restiamo sul tema dell’orrido e del macabro per parlarvi di un museo alquanto particolare, situato presso la Sagrestia della Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio. Si tratta di un’esposizione di documenti e testimonianze lasciati dai defunti in attesa di andare in paradiso, che proverebbero dunque l’esistenza del purgatorio.

La storia di questo museo è davvero curiosa; fu costruito da un certo don Victor Jouëtnel 1890, ma fu presto devastato da un incendio. Nei resti dell’incendio, a don Victor Jouët apparve un volto umano e ne dedusse che fosse un’anima condannata al purgatorio alla ricerca di un contatto con i vivi, perché questi pregassero per il perdono e il suo conseguente passaggio in paradiso. Dopo questo evento, decise di girare tutta l’Europa alla ricerca di altri segni e testimonianze… con grande successo!
A voi il giudizio finale sull’autenticità o meno dei reperti!

INDIRIZZO: Sagrestia della Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, Lungotevere Prati, 12, 00193 Roma.
Per gli orari e le modalità di visita, telefonare al museo: 06 68806517

Info: https://purgatorio.altervista.org/index.php/archivio/articolo/altre-testimonianze-dal-purgatorio/307/museo-delle-anime-del-purgatorio-roma

La Grande Moschea di Roma
Potrebbe sembrare strano che il più grande luogo di culto islamico in Italia e in Europa si trovi proprio nella nostra capitale. E invece la Grande Moschea di Roma può ospitare fino a 12.000 fedeli e ha una struttura davvero imponente.
Vale la pena una visita, ma è aperta ai visitatori solo due giorni a settimana, il mercoledì e il sabato dalle 9.00 alle 12.30. Resta chiusa durante il Sacro Mese di Ramadan e durante le festività religiose musulmane e italiane. Le visite sono gratuite.
INDIRIZZO: Viale della Moschea, 85, 00197 Roma

Info: https://www.prolocoroma.it/moschea-di-roma-centro-islamico-culturale/

7 luoghi

L’ospedale delle Bambole
Questo particolare ospedale è in realtà un laboratorio di restauro dove, proprio come in un vero ambulatorio, i giocattoli (e non solo!), vengono riparati con arte, sapienza e passione. Il laboratorio è piccolo ma davvero grazioso, ed è anche il set ideale per qualche scatto fotografico! Certo, se ancora vivete nel trauma del film “La bambola assassina”, il posto potrebbe risultare spaventoso… Tuttavia, la filosofia che tutto in fondo possa essere riparato- specie ai giorni nostri dove buttare e ricomprare è spesso più semplice – è davvero ammirevole.

INDIRIZZO: Via di Ripetta, 29, 00186 Roma
ORARI DI APERTURA: dal lunedì al sabato, 08.00-13.00, 14.30-18.00

I gatti di Largo di Torre Argentina
Torre Argentina è il luogo dove fu assassinato Giulio Cesare, un posto che si guarda da lontano e di passaggio, anche perché gli scavi sono chiusi al pubblico e vi si può accedere solo con dei permessi speciali. La cosa che ha reso questo luogo speciale, però, sono i gatti! Da anni sono gli unici abitanti di Largo di Torre Argentina, dove si muovono liberamente tra le rovine millenarie.
Centinaia di gatti oziosi, che si godono il sole e si prestano pigri per qualche scatto con i turisti.
Se siete amanti di questo animale vi consigliamo di andare all’Associazione Gatti di Roma, proprio all’angolo sud di Torre Argentina, un’associazione no profit che si cura dei numerosi gatti che qui hanno trovato il proprio rifugio.

INDIRIZZO: Largo di Torre Argentina angolo Via Arenula (scavi archeologici), 00186 Roma
ORARI DI APERTURA: tutti i giorni, ore 12.00-17.00

Info: https://www.gattidiroma.net/web/it/

 

Scopri Bibibau con noi

Rosalia
This travel blog with the dog is a personal selection of our best experiences, our favorite spots and secrets places around the world curated by Rosalia e Michele.

ARTICOLI CORRELATI

spot_img

Scopri Bibibau con noi

ULTIMI ARTICOLI

IJO’ Design: a spalle coperte

Mantelle, scialli e stole, caldi e avvolgenti, sono i nuovi capi spalla. Indispensabili in...

Belle storie di penna

Stefano Cazzato ci racconta nel suo laboratorio di Lecce una bella storia italiana di...

Moskardin: appunti di viaggio

Può sembrare bizzarro, nell’era del computer, di internet e del telefonino, portare con sé...

Recycle: l’arte del riciclo per i bijoux

Quando si va in vacanza si ha voglia di portare con sé qualche accessorio...

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here